CONDIVIDI

 

Mollie Clarke e Richard Cooper (Facebook)

Mollie Clarke, di Colerain, città inglese, è una giovane di 21 anni che ha scoperto controllando il cellulare di suo marito, Richard Cooper che l’uomo filmava donne e bambini di nascosto nella toilette pubblica del fast food in cui lavorava. La donna ha deciso, quindi, di allertare le autorità.

Mollie Clarke, giovane donna che già si trovava in una situazione di profonda difficoltà personale, un giorno si è accorta che suo marito aveva il discutibile hobby di filmare le donne e i bambini che passavano per una toilette pubblica del fast food della catena KFC, suo posto di lavoro.

Accortasi che, fra l’altro, anche lei veniva filmata nel bagno della loro casa, la donna si è resa conto della gravità del gesto del marito ed ha deciso di denunciarlo alle autorità. Mollie Clarke aveva ipotizzato che l’uomo le stesse mentendo ed aveva ricollegato le sue bugie all’ipotesi che potesse avere un’amante. Quando, invece, si è resa conto di ciò che stava accadendo al sospetto ed alla gelosia si è sostituita una paura profonda.

Leggi anche —> Vasto, abusi su una 16enne: due coetanei arrestati

Suo marito aveva una doppia vita di cui Mollie non sapeva nulla

Lo scheletro sepolto nell’armadio del suo Richard, infatti, era davvero troppo ingombrate per ignorare l’inquietante abitudine:

“Era un bugiardo, aveva una doppia vita, come Dr Jekyll e Mr Hyde. Spero di non rivederlo mai più”, ha raccontato la donna al Mirror con tutto il disgusto che ha provato quando ha scoperto quei video sullo smartphone di suo marito.

L’invasione totale della privacy è stata denunciata ed è trapelato che le immagini raccolte in una cartella riguardavano anche bambini molto piccoli ed addirittura neonati. Nonostante Molli abbia denunciato il marito, però, questo è riuscito ad evitare il carcere ottenendo una condanna alla libertà vigilata per due anni. La donna ha raccontato anche di aver scoperto di avere una grave malattia e che il marito non le sarebbe stato vicino e da lì sarebbe cominciato a deteriorarsi il rapporto fino al nascere del sospetto di un’amante. La donna, dopo la vicenda, si augura solamente di non rivedere mai più l’ex marito.

Marta Colanera