CONDIVIDI

 

Davide Maran (Facebook)

Davide Maran, il ragazzo scomparso il 25 marzo scorso a Lubiana, in Slovenia, è stato ritrovato morto martedì nel fiume Ljubljanica.

Davide Maran era uno studente di 26 anni che si trovava in Lubiana per portare avanti i suoi studi universitari quando, improvvisamente, è scomparso. Il ragazzo, arrivato in Slovenia da Cento, Ferrara, risultava scomparso dal 25 marzo e la polizia di Lubiana si era subito messa in moto nelle ricerche che, purtroppo, ora risultano essersi concluse con il ritrovamento del suo corpo esanime.

VIDEO NEWSLETTER

 

Leggi anche —> Modena, scomparso bambino di 11 anni 

 

Il corpo del giovane Davide Maran è stato ritrovato nel fiume Ljublijanica: ancora in atto le indagini della polizia lubiana

Il corpo di Davide è stato ritrovato nelle acque del fiume Ljublijanica ma la polizia slovena non ha ancora saputo dare notizie alla stampa ed ai familiari sul perchè il ragazzo sia finito nel fiume lubiano. Davide, giovane cittadino di Cento, comune in provincia di Ferrara, era partito dalla sua città natale per frequentare un master post laurea nella capitale slovena e, a quanto riferiscono le testimonianze raccolte, conduceva la tipica vita studentesca prima della scomparsa. Non ricevendo più sue notizie la famiglia si era allertata e, constatatane la scomparsa, anche attraverso i media ed i social, la mobilitazione era stata grande nella speranza di un finale positivo. Al ragazzo è stata anche dedicata una pagina Facebook dove moltissimi utenti si sono uniti ai familiari, in questi lunghi mesi, nel desiderio che Davide potesse tornare in Italia sano e salvo.

 

Leggi anche —> Aldo Ravello, lo skipper italiano scomparso nell’Atlantico, trovati resti in una barca

 

La polizia slovena, che si è occupata dell’identificazione e che ne ha dato notizia dell’esito alla famiglia, ha riferito anche che secondo i risultati avuti dal referto dell’autopsia disposta dal giudice sul corpo di Davide non risulta esserci alcun segno di violenza. Le ricerche, dunque, non sono finite dato che ci sono ancora molti quesiti a cui non è stata data risposta.

Marta Colanera