CONDIVIDI
Alessandro Narducci
(Websource)

Alessandro, chef morto nell’incidente stradale travolto da guidatore al telefono. 

Emergono nuovi ed inquietanti dettagli in merito alla morte di Alessandro Narducci, lo chef rimasto vittima di un gravissimo incidente stradale e morto insieme all’amica Giulia di 25 anni. I due si trovavano a bordo di uno scooter quando sono stati travolti da un’auto, una Mercedes Classe A, e hanno perso entrambi la vita.

Leggi anche –> Morto lo chef Alessandro Narducci in un terribile incidente stradale

I testimoni aiutano a ricostruire lo schianto mortale

Secondo alcuni testimoni che hanno già riferito la loro versione alle forze dell’ordine la morte di Alessandro Narducci, 29 anni, in sella al suo scooter Sh grigio, e della sua collaboratrice, Giulia Puleio, 25 anni, potrebbe essere stata causata dal fatto che il guidatore della Mercedes era distratto da una telefonata al cellulare. «Quel ragazzo che è sceso dalla Classe A era sconvolto, faceva avanti e indietro fra i due corpi, stringeva il telefonino, chiamava i soccorsi e urlava: Sbrigatevi, non voglio avere due morti sulla coscienza, almeno lei salvatela» ha detto un testimone ai cronisti de Il Messaggero. “Piangeva, aveva un taglio sulla fronte, il sangue che gli colava sul viso e sporcava la camicia bianca. Ha preso le gambe della ragazza che era faccia in giù sull’asfalto, quasi al centro della carreggiata, le ha alzate sperando che fosse ancora viva. A un certo punto, disperato, ha detto: Ero al telefonino, non mi sono accorto di niente” conclude il testimone, un residente della zona che è stato uno dei primi ad arrivare sul luogo dell’incidente.

Il conducente della Mercedes si chiama Fabio, si trova ricoverato in coma farmacologico ed è indagato per omicidio stradale. In base alle prime ricostruzioni la sua auto potrebbe aver invaso la corsia opposta, ma tutto è ancora da verificare ed appurare.