CONDIVIDI
Salvini
(ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Salvini contro l’Ong Lifeline: “Nave pirata, li arrestiamo tutti”. 

Ha scelto la linea dura Matteo Salvini, la linea dura non contro i migranti ma prima e soprattutto contro le navi Ong che li raccolgono e che agiscono, secondo il Ministro dell’Interno senza seguire regole e leggi internazionali né dei Paesi nei quali poi vorrebbero portare il loro carico di vite umane. Ieri sera il Viminale ha fatto sapere di non voler accogliere i 224 migranti soccorsi dalla nave Ong tedesca battente bandiera olandese e ha preso contatti con la Libia e con Malta per cercare di far sbarcare lì i migranti. Salvini inoltre fa sapere che il governo italiano intende sequestrare la nave tedesca dopo aver saputo in via ufficiale dall’Olanda che quella nave batte illegittimamente quella bandiera. Per questo motivo Salvini l’ha definita una nave pirata. Il ministro dei Trasporti Toninelli ha poi aggiunto che per questo motivo tutto il suo equipaggio sarà arrestato.

Leggi anche –> Migranti, Salvini e Toninelli: “Ecco perché la ONG Lifeline è fuorilegge”

Salvini e l’attacca alla nave Ong tedesca

Ieri nella sua Diretta Facebook Salvini aveva attaccato così la nave dell’Ong tedesca: “Lifeline contravvenendo a tutte le regole e a tutte le leggi, avendo spento da giorni le strumentazioni, di forza ha caricato a bordo 224 clandestini. Erano su gommoni partiti dalla Libia su acque di competenza della Libia. La Guardia costiera italiana ha scritto alla Ong ‘non muovetevi ci pensano le autorità libiche’. Lo stesso ha fatto Tripoli. Cosa hanno fatto questi disgraziati? Mettendo a rischio la vita dei migranti, non hanno ascoltato le autorità italiane e libiche e sono forzosamente intervenuti per caricare il prezioso quantitativo di carne umana a bordo. Perché sono buoni? Mi lasciate nel dubbio che lo facciano per interesse? Altrimenti con le motovedette libiche lì non sarebbero intervenute”.

“Questa nave di pseudo volontari batte bandiera olandese. Questa nave l’Italia la vedrà solo in cartolina. Ma non perché io sono cattivo. Perché le regole vanno rispettate e non si gioca con le vite umane. Avete fatto un atto di forza? Bene questo carico di esseri umani ve lo portate in Olanda. Penso che siano disponibili ad assecondare la vostra bontà in Olanda. Porti italiani nisba, fate un giro più largo”.

Poi è emersa la verità sul fatto che quella nave non ha alcun diritto di battere bandiera olandese con la conseguente decisione del governo italiano.