CONDIVIDI
ragno violino
(Websource)

Una notizia che colpirà chi soffre di aracnofobia: i ragni non dovrebbero mai essere uccisi, per un motivo ben preciso

Alzi la mano chi soffre di aracnofobia! La paura dei ragni è molto diffusa, soprattutto fra le donne, ma è una paura inconscia, che fa capo a una presunta pericolosità dei ragni che non è motivata se non in casi davvero rari. La maggior parte di questi insetti non è né velenosa né pericolosa, eppure a chi soffre di aracnofobia basta vedere un minuscolo animaletto peloso per rintanarsi nell’angolo più remoto della casa. Invece, a conoscere bene alcune dinamiche, i ragni dovremmo addirittura ringraziarli. Soprattutto quando sono quelli “casalinghi” è difficile trovare un ragno che sia davvero velenoso, come ad esempio il ragno violino, o magari uno di quelli enormi e pelosi che fanno davvero impressione. I ragni da casa sono ad esempio i folcidi, ma sono praticamente innocui. Anzi, invece di ucciderli dovremmo lasciarli vivere, perché sono molto utili in casa.

Leggi anche —- > I cinque ragni più spaventosi che potete incontrare in Australia -VIDEO

Aracnofobia, ecco il ruolo dei ragni all’interno della casa

aracnofobia
Una tarantola cambogiana (Getty Images)

Perciò, amici aracnofobici, prendete il coraggio a due mani e leggete questa notizia, che vi potrà interessare. Secondo quanto riportato da IFLScience, infatti, lasciar vivere i ragni può risultare molto utile. Quelli che vivono in casa in genere hanno molta paura dell’uomo e tendono a rifuggirlo e anche in caso (molto improbabile) di morso la quantità di veleno è talmente piccola che non arreca alcun danno alla vittima. Sono invece molto utili per catturare insetti ben più fastidiosi, di cui sono ghiotti, come ad esempio le zanzare. Perciò, se proprio non sopportate avere un ragno in casa, cercate magari di sbarazzarvene, ma non uccidetelo mai. La loro funzione nell’ecosistema animale della vostra casa è molto più importante di quanto crediate e i ragni radioattivi stile Spiderman esistono solo nei fumetti. E comunque, se anche vi mordesse un ragno così, potrebbe farvi solo bene!