CONDIVIDI

La Sardegna, anche quest’anno, si conferma una delle mete più scelte dai turisti di tutto il mondo, di quelli che amano la avventure sullo sfondo del mare e delle spiagge meravigliose.

Una terra che da sempre si contraddistingue come un’isola da sogno, in cui è possibile trovare ciò che si cerca, dal relax all’avventura, dalla vita da spiaggia alla movida notturna. Ecco perché ogni anno si guadagna un posto in prima linea nella classifica dei luoghi più visitati durante l’estate.

La Sardegna è un vero paradiso italiano dove turisti provenienti da ogni parte del mondo riescono a trovare ciò che cercano nella loro vacanza.

Tra acque da sogno, luoghi incantevoli e insenature da cartolina, è possibile identificare quelle che sono le spiagge più belle, che in una vacanza made in Italy non si possono perdere, perché parlano di una regione, di un luogo ricco di tradizioni e storia che è ancora più prezioso scoprire attraverso i suoi angoli, anche quelli più nascosti che spesso sulle guide turistiche non è possibile trovare.

Una vacanza in Sardegna è relax, avventura e quel pizzico di magia che, anche i meno sognatori, non possono negare di cercare in ogni viaggio.

 

Come organizzare le vacanze in Sardegna

La prima cosa è sicuramente organizzare il viaggio, programmare con precisione la durata e il costo. Per rendere più semplice la scelta di quest’ultimo parametro è possibile cercare informazioni sul prezzo del biglietto per la Sardegna tramite comparatore dei traghetti in modo da poter avere tutto programmato e non andare in contro a imprevisti, sempre poco piacevoli, soprattutto quando stiamo per partire per un viaggio da sogno.

Altro elemento da definire è un programma in cui si riportano i luoghi da visitare, così come le spiagge in cui fare tappa, perché è importante non perdere neanche un angolo di questa terra magica. Senza un itinerario da seguire è sicuramente più semplice perdersi le attrazioni da visitare, quelle meno celebri e meno conosciute.

Non meno importante la scelta dell’alloggio in cui soggiornare. Sempre più frequentati i B&B come i residence, ma anche l’opzione degli Hotel e dei resort, tutto dipende dall’idea di vacanza che un turista ha in mente.

 

Quali sono le spiagge più belle della Sardegna

Difficile fare una classifica delle spiagge più belle perché la Sardegna è un paradiso. E’ possibile, però, parlare di quelle che non si possono perdere.

In prima linea c’è Cala Spinosa a Santa Teresa di Gallura. La fatica per il percorso ripido che si deve imboccare per raggiungerla, non si sente più una volta arrivati in questo luogo meraviglioso dove l’acqua ha mille sfumature e la roccia è granitica. Si tratta di un angolo segreto e poco frequentato da scoprire.

Tuerredda si trova, invece, tra Capo Malfatano e Capo Spartivento. Nelle sue splendide acque è possibile fare lunghe nuotate nel silenzio, e raggiungere l’isolotto omonimo poco distante è un’esperienza da non perdere.

La Pelosa, a Stintino, è una delle spiagge più belle ma anche più note della Sardegna, così come i suoi fondali dai colori brillanti. Proprio di fronte si trova l’isola con la Torre Pelosa, da cui la spiaggia prende il nome. L’unico difetto è che in estate è sempre molto affollata.