CONDIVIDI
quando-finiscono-esami-orali-maturità-2018-date
iStock

La maturità continua per il mezzo milione di studenti ammessi e, dopo la prima prova scritta che si è svolta oggi e che consiste nel tema di italiano comune a tutti gli istituti, gli esami di maturità proseguiranno domani con la seconda prova che, invece, si differenzia a seconda dell’indirizzo.

L’esame di maturità di quest’anno è iniziato oggi per 509.307 studenti e studentesse che, suddivisi in 25.606 classi, saranno esaminati da 12.865 commissioni. Le materie della seconda prova, sono strettamente legate all’indirizzo di appartenenza dello studente esaminato a seconda se abbia frequentato il liceo, istituti tecnici o professionali. Il Ministero dell’Istruzione, che si occupa di indicare quale fra le materie fondanti dell’indirizzo scolastico svolto dal ragazzo verrà scelta, ha preso la sua decisione già lo scorso Gennaio ma le materie sono state da poco svelate.

 

Leggi anche —> Maturità 2018: quando finiscono gli esami e si può andare in vacanza?

 

Le materie della seconda prova a seconda dell’indirizzo

Tradizionalmente le materie scelte soro: latino o greco per il liceo classico, matematica o fisica allo scientifico, e la lingua L1, ossia quella più insegnata nel piano di studi, per il linguistico.

La prova del liceo classico, quest’anno, consisterà in una versione di greco mentre allo scientifico la traccia riguarderà 2 problemi di matematica e 10 quesiti e lo studente esaminato potrà scegliere quale problema risolvere e 5 quesiti fra quelli richiesti. La traccia assegnata al linguistico sarà rappresentata da un’analisi del testo straniero e la stesura di un tema in lingua di massimo 300 parole.

 

Leggi anche —> Maturità 2018: tra i banchi anche Gigio Donnarumma

 

Gli orari di inizio e fine delle prove

La prova di domani avrà inizio alle ore 8.30 ma la durata delle prove sarà differente. Per il liceo classico, infatti, il limite previsto per la consegna della versione sarà di 4 ore mentre per lo scientifico ed il linguistico ne sono previste 6. Per gli istituti tecnici o professionali, invece, sono previste modalità differenti a seconda dell’indirizzo ma la consegna degli elaborati, anche se lo studente avesse finito prima del tempo, non potrà essere svolta prima che la commissione esaminatrice accordi il permesso all’uscita.

Cosa è consentito e cosa è necessario

Il documento di identità è obbligatorio e, anche se dopo la prima prova potrebbe non essere più richiesto, è necessario portarlo con sè a tutte le prove di esame.

Sono vietati “cellulari, smartphone, PC e qualsiasi altra apparecchiatura elettronica in grado di accedere alla rete o riprodurre file e immagini” come da tassativa indicazione del MIUR, la pena per la trasgressione al divieto potrebbe anche escludere lo studente dalla prova.

Gli studenti del classico possono portare il dizionario di greco, al linguistico il dizionario della lingua in oggetto di esame e allo scientifico calcolatrici scientifiche o grafiche ma non quelle programmabili.

Durante la prova non sarà permesso di alzarsi dal banco, se non per urgenze fisiologiche, e sarà quindi permesso portare qualcosa da mangiare e da bere.

Importantissimo è tener presente che la terza prova, prevista per il 25 giugno, potrebbe subire uno slittamento se l’istututo dovesse fungere da seggio elettorale per il ballottaggio delle amministrative.

Marta Colanera