CONDIVIDI
Eleonora Brigliadori
Eleonora Brigliadori (Getty Images)

Eleonora Brigliadori potrebbe essere estromessa dal cast di Pechino Express dopo la polemica choc con Nadia Toffa

Polemiche infinite su Eleonora Brigliadori, l’attrice che era fra le candidate a partecipare alla prossima edizione di Pechino Express. La Brigliadori è un personaggio molto controverso per via delle sue convinzioni piuttosto discutibili sulla cura del cancro. E il caso nato con Nadia Toffa ha generato un’enorme polemica che ora potrebbe costare il posto alla Brigliadori nello show Rai. I precedenti fra la Brigliadori e la Toffa sono ben noti, ma l’attrice ha pensato bene di gettare benzina sul fuoco con un commento Facebook immediatamente contestato da tantissimi utenti. “Chi è causa del suo mal pianga se stesso, il destino mostra le false teorie nella vita e dove la salute scompare la falsità avanza”. Palese il riferimento alla Toffa, che da mesi sta combattendo con un tumore piuttosto aggressivo che ha messo in stand-by la sua carriera e in serio pericolo la sua vita. E dopo tanta sofferenza arriva anche il carico da 100, con la Brigliadori e il suo commento, una vera e propria pugnalata. Che ovviamente le si è ritorto contro. Adesso Eleonora Brigliadori rischia davvero l’esclusione da Pechino Express, e vista la situazione chissà cos’altro avrebbe potuto dire in tv.

Eleonora Brigliadori e Nadia Toffa, il servizio che fece nascere la rivalità

Nadia Toffa
(Websource/Archivio)

Una storia tesa e vecchia, quella fra Eleonora Brigliadori e Nadia Toffa. La giornalista delle Iene qualche tempo fa aveva fatto un servizio sulle teorie discutibili dell’attrice sulla cura al cancro senza ricorrere alla terapia tradizionale, con delle convinzioni diffuse su Facebook che potrebbero mettere seriamente a rischio delle vite umane. Nel corso dell’intervista la Brigliadori aggredì la Toffa, mettendole le mani addosso. E la coraggiosa Nadia rispose poi così: “Spesso chi non sa cosa rispondere fa gesti inconsulti, e lei ha reagito con le mani. A me sta a cuore soltanto che al pubblico arrivi il giusto messaggio. Queste teorie bislacche prendono piede in più settori della medicina e sono pericolosissime. Con Le Iene abbiamo documentato l’esistenza dei negazionisti dell’Hiv e le terapie proposte ai paralitici da Gabriella Mereu. Cerchiamo di fare una televisione utile”.