CONDIVIDI
Morte Noemi Carrozza, insulti sul suo profilo Instagram: è uno scempio
(Instagram)

Morte Noemi Carrozza: volano insulti sul profilo Instagram della campionessa di nuoto, dalle attestazioni di stima e affetto si è passati allo scempio.

L’esistenza dei social ha i suoi pregi ed i suoi difetti. Questi ultimi troppo spesso soverchiano i primi, anche nei casi in cui si genera un fenomeno di pura empatia e commozione nei confronti di una ragazza di soli 20 anni appena scomparsa. Il caso emblematico di questa deriva alla tensione sociale ad ogni costo è quello che si sta verificando in queste ore sul profilo Instagram ufficiale di Noemi Carrozza, la speranza del nuoto sincronizzato italiano morta venerdì scorso in seguito ad un tragico incidente stradale.

Noemi era davvero una promettente atleta di nuoto sincronizzato, ma sia per il fatto che questo sport ha una visibilità marginale rispetto ad altri sia perché la ragazza era ancora agli albori della sua carriera, la sua notorietà prima dell’incidente era minima. Ciò nonostante sono stati in molti quelli che, sebbene non conoscessero la ragazza, hanno voluto manifestare il proprio cordoglio e la propria vicinanza alla sua famiglia. Gesti di cortesia che non possono essere interpretati come una ricerca di condivisioni, almeno in teoria. In queste ore, infatti, un’utente è stata presa di mira ed insultata per un commento che è sembrato agli altri uno stratagemma per aumentare la visibilità del profilo.

Forse vi interessa anche -> La morte di Noemi Carrozza, il lutto sui social network – VIDEO

Forse vi interessa anche -> Morta Noemi Carrozza: il ricrodo in una canzone di Ermal Meta -Video

Morte Noemi Carrozza: la polemica e gli insulti sul profilo della stella del nuoto sincronizzato

Il commento che ha fatto scattare la lite all’interno del profilo Instagram di Noemi Carrozza è il seguente: “Perché non è giusto no non è accettabile. Io non ti conoscevo non sapevo manco chi eri fino a ieri che hanno annunciato la tua morte al telegiornale. Mi sono sentita male. Perché esiste la morte stupida perché i medici non si sbagliano a dire che sei morta perché. Un conto è morire di anzianità, si è brutto ma accettabile, ma morire mentre andavi con il tuo motorino e i tuoi capelli volavano nel vento e tu ti sentivi fiera di te per tutti i tuoi progetti credendo di tornare a casa ma u realtà stai andando alla morte è INGIUSTO. Come vorrei che domani tu tornassi in vita e che non eri veramente morta ma semplicemente…. non so ma vorrei che tornassi in vita. Purtroppo visto che non è possibile e io posso solo dirti riposa in pace campionessa.
Per favore un cuoricino al mio commento per farlo leggere ai genitori e dargli conforto e coraggio”.

Il commento è sembrato a molti una ricerca di visibilità attraverso il profilo di una ragazza appena scomparsa per cui molti italiani provano commozione, ed infatti l’utente viene accusata pubblicamente qualche istante dopo: “Trovo davvero ridicolo e vergognoso il tuo sfruttare questa cosa assai grave e brutta per far ricevere più like al tuo commento. E inoltre ci sta il fatto che tu sia dispiaciuta, ma dire prima ‘manco ti conoscevo’ e poi parlare come se la conoscessi e seguissi da una vita è irrispettoso per le persone che davvero ci tenevano e la seguivano”. L’utente prova a discolparsi, facendo capire che il suo era solo un tentativo di mostrare vicinanza alla famiglia di Noemi, ma gli altri utenti non le credono e continuano ad inveirle contro. Tra questi qualcun’altro che, probabilmente per aumentare il livello di animosità, scrive: “Ora che è morta tutti a commentare,mettere like,farla sentire una campionessa,mentre prima non la cagava nessuno,non sapete cosa sono le vere campionesse!”.

Un atteggiamento, quello riscontrato sul profilo della ragazza, che non è accettabile in un momento di lutto come questo in cui si dovrebbe o rispettare la privacy della famiglia con il silenzio o semplicemente, se lo si desidera, manifestare la propria solidarietà nei loro confronti.

👣

Un post condiviso da Noemi Carrozza (@noemicarrozza) in data:

Forse vi interessa anche – > Morte Noemi Carrozza, ipotesi omicidio stradale per la stella del nuoto