CONDIVIDI
Papa Francesco
(ANDREAS SOLARO/AFP/Getty Images)

Papa Francesco: “Aborto bimbi malati è omicidio, come i nazisti”. 

Durissimo affondo di Papa Francesco nei confronti della pratica dell’aborto nei confronti di bambini che dalle ecografie risultano avere malattie o malformazioni. Il Pontefice, intervenuto nell’udienza con il Forum Famiglie, ha espresso una parere chiarissimo sul tema, la parola forte e decisa su un tema che spesso negli ultimi tempi viene affrontato con fin troppa leggerezza dalla società civile e dalla politica. Forte presa di posizione anche sul tema della famiglia la cui composizione naturale è quella fatta da un uomo e una donna.

Le parole di Papa Francesco su aborto e famiglia

Papa Francesco non usa giri di parole e come sua abitudine affronta temi fondamentali con grande semplicità, chiarezza e determinazione: “Il secolo scorso tutto il mondo era scandalizzato per quello che facevano i nazisti per curare la purezza della razza. Oggi facciamo lo stesso ma con i guanti bianchi. E’ di moda, abituale, quando in gravidanza si vede che forse il bambino non sta bene o viene con qualche cosa: la prima offerta è ‘lo mandiamo via?’ L’omicidio dei bambini. Per risolvere una vita tranquilla si fa fuori un innocente”.

“Oggi fa dolore dirlo – ha detto ancora Papa Francesco -: si parla di famiglie diversificate, di diversi tipi di famiglia. Sì, è vero che la parola famiglia è analoga” e ci sono “la famiglia delle stelle, la famiglia degli alberi, la famiglia degli animali…” ma “la famiglia, immagine di Dio, uomo e donna, è una sola”.

“Il “fattore famiglia” costituisce un “elemento di valutazione politica e operativa, moltiplicatore di ricchezza umana, economica e sociale.  Il “vincolo coniugale” è “sacro e indissolubile”, e  “la complementarietà e l’amore tra l’uomo e la donna li rendono cooperatori del Creatore. E’ un autentico paradosso che la nascita dei figli, che costituisce il più grande investimento per un Paese e la prima condizione della sua prosperità futura, rappresenti spesso per le famiglie una causa di povertà, a motivo dello scarso sostegno che ricevono o dell’inefficienza di tanti servizi”.