CONDIVIDI
Morta Noemi Carrozza, stella del nuoto sincronizzato: aveva 20 anni
(Websource)

Morta Noemi Carrozza, campionessa di nuoto sincronizzato che aveva appena 20 anni.

Se n’è andata all’improvviso Noemi Carrozza 20enne stella del nuoto sincronizzato italiano. La sincronette è stata vittima di un incidente in motorino ad Ostia, nel quartiere romano in cui la giovane andava spessa ad allenarsi al Polo Notatorio. Iscritta alla società All Round di Roma, avrebbe dovuto compiere 21 anni il prossimo 11 settembre. Secondo quanto si apprende dalla cronaca locale l’incidente è avvenuto all’altezza di via Villa Plinio e nonostante l’arrivo dei soccorsi non c’è stata possibilità di salvarle la vita. Nulla si conosce, invece, sulla dinamica dell’incidente che è tutt’ora al vaglio della Polizia Locale. La ragazza aveva rappresentato la nazionale italiana in tutte le competizioni giovanili, facendo parte delle selezioni Juniores ai mondiali junior, ai giochi europei e alla Coppa Coem nel 2015 aveva persino partecipato ai Mondiali di categoria con la nazionale maggiore.

Morta Noemi Carrozza: il cordoglio della federazione e del web

La notizia della tragica scomparsa è stata data dalla Federazione di Nuoto sul cui sito è stata pubblicata la seguente dichiarazione: “Giungano a familiari, società ed amici le più sentite condoglianze dal presidente Paolo Barelli, dai presidenti onorari Salvatore Montella e Lorenzo Ravina, dai vice presidenti Andrea Pieri, Francesco Postiglione e Teresa Frassinetti, dal segretario generale Antonello Panza, dal consiglio e dagli uffici federali, dal cittì delle squadre nazionali Patrizia Giallombardo, da tutti gli staff tecnici e dall’intero movimento”.

La notizia della tragica scomparsa di Noemi si è diffusa rapidamente anche sul web dove le compagne di nazionale e tutti quelli che la conoscevano hanno espresso il loro cordoglio facendo le condoglianze alla famiglia per la loro grave perdita. Numerosissimi gli utenti che hanno deciso di aggiungere le proprie condoglianze per la dipartita di una ragazza giovanissima che tanto aveva ancora da dare al proprio sport, ma soprattutto alla vita.