CONDIVIDI
Carlo Conti e la sua Francesca Vaccaro al loro matrimonio (Instagram)

Carlo Conti ha pubblicato una foto su Instagram per augurare un buon anniversario alla sua splendida moglie, Francesca Vaccaro, ricordandole l’inizio della loro vita insieme.

Ha ricordato a sua moglie uno fra i loro momenti più belli, Carlo Conti, svelando una vena romantica che non molto spesso il conduttore ha lasciato trasparire in pubblico. Il conduttore ha voluto dare l’augurio all’amata attraverso i social dove tantissimi utenti hanno deciso di unirsi alla loro felicità. La dedica, infatti, non potrebbe parlare più chiaro di così: “16/6/2012 my love.”

La foto pubblicata, che li vede sorridenti e felici a bordo di una 500 d’epoca, è di 6 anni fa e li ritrae proprio mentre, neo sposi, si dirigono verso l’orizzonte della vita che li attende. Da questa nuova vita nasceranno tante cose, fra cui l’immensa gioia della paternità per Carlo che, con questa dedica, dimostra che la sua Francesca l’ama ora proprio come allora.

Leggi anche —> In ricordo di Fabrizio Frizzi, la scelta di Carlo Conti e Antonella Clerici

E Francesca Vaccaro non poteva non rispondere a tanto trasporto

Francesca Vaccaro, alla dolce dedica, non può che rispondere con altrettanto entusiasmo e decide di farlo anche lei coinvolgendo i loro followers:

Ci siamo conosciuti nel 2001, da allora fai parte della mia vita. Il 16 giugno 2012 ci siamo sposati ed ogni giorno che passa ti amo più del primo!!!!

Come ricorda Francesca, i due si conobbero a Domenica In, dove lei lavorava come costumista. Intervistato sul loro ‘amore a prima vista’ Carlo aveva raccontato: “Prima di conoscerla, ero malato di ‘Dongiovannite’. Quando l’ho conosciuta, l’insopprimibile desiderio di amare più donne possibile si è trasformato nell’aspirazione ad amarne una sola. Possibilmente per sempre”

Eppure neanche Francesca ha dimenticato nell’armadio l’album di nozze e regala agli utenti altre fotografie che ritraggono i due appena sposati sulla 500 che da allora avrà, sì, fatto parecchi km ma sempre in avanti.

Marta Colanera