CONDIVIDI
(Websource)

Aggressione in pieno giorno a Padova, un ragazzo magrebino è stato accoltellato da uno straniero mentre era seduto al bar.

Un aggressione violenta ed improvvisa quella di cui è stato vittima un ragazzo magrebino di 30 anni ieri pomeriggio a Padova. Il giovane si trovava in uno dei tavolini del bar Centrale che si trova in via Zambrella quando, alle 16:30 circa, un ragazzo armato di coltello si è avvicinato ed ha cominciato a colpirlo con fendenti indirizzati alla testa. Il giovane si è difeso come ha potuto proteggendo con le mani il volto e la testa, in sua difesa è uscito il proprietario del locale che ha tentato di separare i due ragazzi, senza riuscirci. Il suo intervento è comunque servito a mettere pressione all’aggressore che, dopo qualche altro colpo, si è dato alla fuga raggiungendo il complice che lo attendeva dall’altro lato della strada.

Padova, ragazzo accoltellato al bar: l’intervento dei soccorsi

Non appena l’aggressore si è allontanato dal bar, i presenti hanno chiamato la polizia e l’ambulanza che sono arrivati sul luogo in pochi minuti. Il giovane è stato caricato sull’ambulanza e portato in ospedale con codice rosso: il ragazzo perdeva molto sangue ed aveva ferire profonde sulle mani ed una sulla testa. I testimoni hanno detto alla polizia che gli aggressori si sono allontanati in direzione di Porta Altinate perdendosi in mezzo alla folla di devoti e turisti che in quel momento si stava dirigendo in via del Santo per la processione di Sant’Antonio.

Nessuno è stato in grado di fornire l’identità dell’aggressore, ma solo una possibile etnia di provenienza (pare che il ragazzo fosse un tunisino), bisognerà dunque attendere che la vittima si riprenda e possa fornire ulteriori dettagli su chi lo ha colpito. Nel frattempo la polizia ha ispezionato il luogo dell’aggressione a lungo (i rilevamenti sono durati circa un’ora e mezza) nella speranza di trovare tracce di dna che potessero offrire una corrispondenza.