CONDIVIDI
peste bubbonica
(SEBASTIEN BOZON/AFP/Getty Images)

Bambino contrae la peste bubbonica, primo caso dopo 20 anni. 

Quando si parla di malattie che erano state sconfitte e che ora stanno drammaticamente ritornando nessuno pensa alla peste bubbonica di manzoniana memoria. Eppure dagli Stati Uniti arriva il primo caso di peste bubbonica da almeno 20 anni e ad esserne stato colpito è un bambino la cui età e la cui identità non è stata ancora resa nota.

Peste bubbonica, il primo caso dopo 20 anni

Christine Myron, portavoce del Dipartimento Sanitario del Distretto Centrale, ha spiegato che il bambino è stato immediatamente curato e ora sta meglio. Il bimbo si sarebbe ammalato il mese scorso, ma solo ora sono arrivati gli esiti di tutti gli esami che confermano la diagnosi di peste bubbonica. Il bimbo è attualmente curato con gli antibiotici e dovrebbe guarire senza alcun problema.

Resta il fatto che la malattia nella sua versione bubbonica, quella cioè che causa linfonodi ingrossati o “bubboni” con una variante polmonare gravissima, è una malattia molto seria che può anche portare alla morte. “Le persone possono ridurre il rischio di infezione – spiega l’esperta Sarah Correll –  trattando i propri animali domestici con antipulci ed evitando il contatto con la fauna selvatica”.