CONDIVIDI

A poche ore dalla prima sfida dei Mondiali, la Spagna esonera il commissario tecnico Julen Lopetegui. L’allenatore aveva annunciato il suo accordo con il Real Madrid

Un fulmine al ciel sereno nel ritiro della Spagna, a poche ore dalla prima partita del Mondiale. Il commissario tecnico Julen Lopetegui è stato esonerato. L’allenatore paga l’aver firmato un contratto con il Real Madrid per la prossima stagione e l’ufficialità avvenuta proprio ieri. Nonostante le proteste della squadra che ha provato a convincere il presidente della Federcalcio, Luis Rubiales, la Federazione ha preso la drastica decisione: “Ringraziamo Julen per tutto quello che ha fatto, se siamo qui è anche merito suo, ma dobbiamo fare a meno di lui. C’è un modo di comportarsi che deve essere chiaro a tutti quelli che lavorano per la Federazione spagnola. Noi siamo la squadra di tutti gli spagnoli e dobbiamo agire nel loro interesse. Non mi sento tradito, ma non potevo fare altrimenti”.

Lopetegui strappato dal Real Madrid

Un’immagine da salvaguardare quella della Federazione contro la prepotenza del Real Madrid che ha scelto di mettere sotto contratto il ct impegnato in Russia. Lopetegui è stato strappato alla Spagna pagando la clausola da 2 milioni di euro. L’allenatore infatti aveva da poco rinnovato con la Federazione spagnola fino al 2020. Il favorito per la successione è Albert Celades, allenatore dell’Under 21 che si è classificata seconda all’ultimo Europeo di categoria, battuta in finale dalla Germania. Celades dovrebbe lavorare insieme al dirigente Fernando Hierro. Caos totale nel ritiro della Spagna, una squadra che puntava a riscattare l’ultima manifestazione mondiale e che ora sicuramente non vivrà al meglio l’esperienza in Russia. Venerdì il debutto contro il Portogallo di Cristiano Ronaldo, la stella proprio del Real Madrid.