CONDIVIDI

Due uomini uccisi per una fake-news! Sembra quasi impossibile, ma è accaduto davvero. Una storia tragica nata da una serie di messaggi falsi lanciati su Whatsapp e in grado di portare all’omicidio di due uomini, aggrediti da una folla isterica di sedici persone. Il racconto raccapricciante di quanto accaduto sta ora facendo il giro del web.

Due uomini uccisi per una fake-news

La notizia arriva dall’India dove Nilotpal Das e Abijeet Nath sono stati aggrediti e poi uccisi da sedici persone di un villaggio a nord-est dalla loro regione dove si erano fermati per chiedere delle informazioni. Sono le ultime due vittime di sei persone uccise per la stessa bufala comparsa nel noto social network che ha conquistato il mondo.

Si parlava di loro come dei possibili rapitori di bambini, ma non c’era nulla di vero e fondato. Il popolo si è scagliato su di loro con violenza e la Bbc ha pubblicato un video in cui i due chiedono pietà e di non essere uccisi. La polizia sta indagando per cercare di capire chi ha lanciato questi due messaggi e soprattutto quali sono le motivazioni che ruotano attorno a tanta violenza e alla decisione di mettere in questa situazione due uomini comuni.

L’ufficiale della polizia Mukesh Agarwal ha parlato alla Bbc spiegando: “Quando voci di corridoio, bufale, fake news iniziano a circolare sui social media diventano veramente molto difficili da fermarle e ci vuole un po’ di tempo prima di mettere la parola fine alla situazione”. Di certo la polizia dovrà operare in un campo difficile anche perché l’arretratezza del paese non sarà di aiuto nel capire il senso di una fake news sempre più dilaganti nel mondo del web e pronte a fare il giro del mondo purtroppo a volte molto rapidamente.