CONDIVIDI
Lisa
(Facebook)

Ora o mai più, Lisa vince la prima puntata: il trionfo dopo la malattia. 

E’ stata protagonista di uno dei momenti più commoventi della prima puntata di Ora o mai più, il nuovo reality di RaiUno condotto da Amadeus. Lei è Lisa e ha commosso tutti fino alle lacrime col racconto della sua malattia, un tumore al cervello che le ha bloccato la carriera e che ha messo a repentaglio la sua stessa vita. E proprio Lisa, entrata subito nel cuore di tutto il pubblico in studio e di tutti i telespettatori, ha trionfato nella classifica finale della prima puntata.

Leggi anche –> Ora o mai più, Lisa commuove tutti: “Ho avuto un tumore al cervello”

Lisa che ha cantato il suo successo “Sempre” è stata abbinata al giudice/maestro Marco Masini e con lui ha cantato in duetto T’innamorerai. In quasi tutti è rimasta la commozione per il suo racconto e i voti degli altri coach sono stati molto alti decretando così. insieme agli altissimi voti del pubblico, la vittoria finale davanti a Massimo Di Cataldo e ai Jalisse. Il commento di Lisa sulla sua pagina ufficiale è molto significativo: “Solo una cosa… #grazie eeeeeeee #oraomaipiù mi risveglio con le lacrime.. ma questa volta di gioia!”

Leggi anche –> Ora o mai più, Donatella Milani lascia il programma: “Mia mamma sta morendo”. 

Leggi anche –> Ora o mai più, Jalisse e Loredana Bertè: lite in diretta tv

Lisa e il racconto della malattia

“Avevo qualche sintomo, qualcosa non andava. Feci degli esami e mi dissero ‘Hai un tumore al cervello’. Fu come un pugno nello stomaco, ero spalle al muro. E tutto si fermò”. Dopo l’esibizione tutto il pubblico si alza in piedi per tributarle una commossa standing ovation e lei non riesce a trattenere le lacrime.

“Aver avuto una seconda possibilità nella vita è già una vittoria per me” ha detto Lisa. “La vita mi ha messo a durissima prova e la fede mi ha aiutato tantissimo. Mi sono aggrappata alla fede e all’amore della gente che ancora una volta qui mi ha dimostrato un affetto immenso e non so veramente se lo merito”.

F.B.