CONDIVIDI

Ryanair volo per Trapani cancellato, passeggeri in rivolta - VIDEO

Ieri sera all’aeroporto di Bergamo una folla inferocita di passeggeri si è scagliata contro il personale di terra della compagnia aerea low cost Ryanair dopo che il personale della compagnia gli aveva comunicato la cancellazione del volo per maltempo. La protesta è scattata per il comportamento non chiaro della compagnia che ha utilizzato la motivazione delle intemperie per cancellare il volo solo dopo ore di attesa e con l’evidenza degli aerei delle altre compagnie che continuavano ad atterrare e decollare.

Il volo era previsto infatti per le 19:55, alle 22 è stato comunicato un dirottamente su Malpensa ed alle 23:30 una cancellazione per maltempo. Se il ritardo ed il cambio di rotta avevano innervosito già abbastanza i passeggeri in spasmodica attesa, la cancellazione per maltempo li ha mandati su tutte le furie poiché, mentre Ryanair annunciava l’imprevisto, dall’aeroporto bergamasco partivano ed atterravano aerei senza soluzione di continuità. Nonostante la loro rabbia, l’unica cosa che potevano fare a quel punto era chiedere quale fosse il primo volo sostitutivo disponibile, sostituzione a cui le compagnie aeree sono obbligate in caso di cancellazione improvvisa. La già nervosa folla, si è infuriata quando la malaugurata hostess ha condiviso i dettagli del volo successivo, informando i passeggeri che sarebbero potuti partire con Ryanair solamente il 13 giugno, ovvero una settimana dopo il volo cancellato.

Ryanair, volo per Trapani cancellato: il video delle proteste

In seguito all’accaduto, una donna ha inviato un video al ‘Corriere della Sera‘ in cui viene mostrato chiaramente cosa è successo la sera prima all’aeroporto di Bergamo. Nelle immagini si vedono i passeggeri che chiedono spiegazioni alla hostess, protestando per il fatto che il maltempo additato come motivazione per la cancellazione del volo non impediva alle altre compagnie di mantenere i tragitti e gli impegni previsti. Le proteste diventano caos quando l’hostess annuncia che il primo volo disponibile per Trapani è il 13 giugno. A quel punto, infatti, uno dei passeggeri si rivolge al personale della compagnia e dice loro: “O mi fate prendere un volo domattina presto, oppure voglio sporgere denuncia e vorrei che voi testimoniaste che 10 minuti fa è partito un volo, dunque, le avverse condizioni atmosferiche non ci sono più”.