CONDIVIDI
sciopero-treni-aerei-autobus-7-8-giugno-2018
iStock

Sciopero treni, mezzi pubblici e aerei il 7 e 8 giugno 2018: orari e modalità della protesta.

Iniziano due giorni difficili per chi deve spostarsi. Comincerà questa sera alle 22, del 7 giugno 2018 e proseguirà fino all’8 giugno lo sciopero dei trasporti deciso da alcune sigle sindacali autonome che andrà a intaccare anche alcune corse di Trenitalia e Trenord in Lombardia. Ma a risentire di questo sciopero saranno anche i mezzi pubblici romani gestiti da Atac e Roma Tpl, e quelli di Torino gestiti da GTT. Problemi anche in volo visto che allo sciopero hanno aderito anche le compagnie Alitalia, Blue Panorama e Air Italy oltre che i controllori dell’Ente Nazionale di assistenza al volo. Insomma, due giorni caldi per gli spostamenti in cui, come sempre, sarebbe meglio rimanere in casa.

Sciopero 7 e 8 giugno 2018: stop ai treni

Lo sciopero che comincerà questa sera, 7 giugno, è stato indetto da Cub Trasporti e Usb Lavoro Privato e coinvolgerà anche il personale delle Ferrovie di Stato e di Trenord. Pare che, come sempre almeno in linea teorica, i treni a lunga percorrenza dovrebbero essere confermati e non subire variazioni. Le corse che invece sono a rischio e che potrebbero essere cancellate sono quelle regionali.

Sciopero mezzi pubblici a Roma e Torino il 7 e 8 giugno

Roma e Torino saranno interessate dallo sciopero del 7 e 8 giugno perchè aderiranno alla protesta i lavoratori di Atac e Roma Tpl che hanno deciso di incrociare le braccia dalle 8.30 di venerdì 8 giugno fino alle 12.30 sempre di venerdì. A Torino invece i lavoratori si fermeranno per tutto il giorno di venerdì 8, ma ci sono delle corse garantite dalle 6 alle 9, dalle 12 alle 15.

Sciopero aerei 7-8 giugno 2018

Situazione complicata anche per chi deve volare nella giornata dell’8 giugno 2018 perchè incroceranno le braccia i lavoratori della Enav dalle 13 alle 17 e, nello stesso momento, si fermeranno anche i lavoratori di Blue Panorama e Air Italy. Alitalia ha attivato un piano straordinario per non far perdere i voli ai propri clienti, ma si registrano comunque numerosi voli cancellati. Il consiglio, ovviamente, è quello di monitorare il sito della propria compagnia aeree e controllare se vi sono indicati cambiamenti, ritardi o cancellazioni.