CONDIVIDI

L’ex parlamentare Stefania Pezzopane viene immortalata sorridente in un selfie con Luigi Favoloso e Lucia Bramieri pubblicato sull’account Twitter dall’ex di Nina Moric. Il selfie scattato al party del Grande Fratello dimostra come fra Stefania Pezzopane e Luigi Favoloso sia tornato finalmente il sereno dopo gli insulti e le prese in giro di qualche tempo fa

Leggi anche —> Grande Fratelllo 2018, Stefania Pezzopane incontra Simone: lezione per Favoloso

L’origine della lite fra Stefania Pezzopane, Lucia Bramieri e Luigi Favoloso

La lite con Lucia Bramieri ha avuto origine da un episodio avvenuto più di 3 anni fa quando il compagno della Pezzopane, Simone Coccia, fece dei commenti provocatori nei suoi confronti su Facebook mentre quella con Luigi Favoloso è avvenuta a causa del nomignolo puff, che lui le diede dalla casa per la sua statura minuta.

Stefania Pezzopane col la sua dichiarazione fatta durante la diretta del grande fratello per aveva già messo Favoloso a tacere, soprattutto con la frase: “Io guido la sfida delle ‘piccolette’, per dire che chi è diverso è bello ugualmente”.

Stefania Pezzopane e la sua dichiarazione d’amore

Leggi anche —> Grande Fratello, Stefania Pezzopane: la dichiarazione d’amore commuove tutti

Stefania, infatti, nella bellissima dichiarazione d’amore fatta al suo compagno, aveva espresso quanto l’amore non dovrebbe essere una ricerca estetica ma un semplicemente sentimentale. La Pezzopane ha descritto l’amore per il suo compagno e il fatto che possiamo vergognarci di tutto, ma non di amare.

“In queste settimane ho sentito tanta ostilità, penso sia una missione combattere l’ostilità il rancore, l’odio. Non ci si può vergognare di amare. E’ l’odio che è una vergogna. Io non mi sono mai vergognata di amare Simone, combatto ogni giorno per il mio amore e contro i pregiudizi. Guidare la rivolta delle piccolette o dei cicciottelli o di quelli che si sentono emarginati, io e Simone combattiamo contro i pregiudizi.”  

E questo ‘selfie di pace’ così inaspettato, forse, rappresenta proprio questa voglia di non lasciarsi andare all’odio.

Marta Colanera