CONDIVIDI
Pavia, bimbo di due anni muore dopo tre giorni di febbre alta
(Websource)

Un bambino di soli 2 anni è morto ieri notte al pronto soccorso di Pavia dopo 3 giorni di febbre alta.

Sabato notte il piccolo residente a Mortara (Pavia), nella Lomellina, ha avvertito un forte malessere ed ha chiesto aiuto alla madre, la quale ha scoperto che il figlio aveva la febbre alta. Pensando che si trattasse di un semplice attacco influenzale, la donna ha chiesto ausilio al medico di base ed ha curato il piccolo con degli anti piretici. Ieri sera, però, la febbre non accennava a scendere ed il piccolo ha improvvisamente perso coscienza. A questo punto i genitori del piccolo hanno chiamato il 118 per farlo portare d’urgenza al pronto soccorso. Quando gli operatori del 118 sono giunti nell’abitazione, il bambino versava in gravi condizioni, quindi, dopo una breve visita, lo hanno caricato sull’ambulanza e portato di fretta all’ospedale.

Nemmeno la disperata corsa al pronto soccorso è servita a salvare la vita al bambino, poco dopo il ricovero, infatti, i medici ne hanno dovuto dichiarare il decesso. La prima ipotesi emersa è che si sia trattato di un caso di leucemia fulminante, una forma acuta del tumore al sangue che colpisce spesso i bambini.

Pavia, bambino di due anni muore dopo tre giorni di febbre alta: la Procura di Pavia indaga sull’accaduto

In seguito alla morte del bambino, la Procura di Pavia ha aperto un’indagine per accertare la causa del decesso. Nei prossimi giorni il corpo del piccolo sarà sottoposto ad un autopsia che determinerà se nel sangue c’era una presenza anomala di globuli bianchi, globuli rossi e piastrine, sintomi di un tumore al sangue, oppure se la causa della morte è da imputare ad un’altra patologia. Al momento non è esclusa nessuna ipotesi, nemmeno quella della negligenza da parte dello staff dell’ospedale. Terminati gli esami autoptici sul corpo spetterà all’autorità giudiziaria dare il permesso alla famiglia di celebrare i funerali.