CONDIVIDI
maturità 2018
(MARTIN BUREAU/AFP/Getty Images)

Maturità 2018: in arrivo oggi i nomi dei commissari esterni, saranno pubblicati sul sito del Miur, intanto prende il via il cosiddetto toto temi in attesa della prima prova.

Iniziato il countdown per gli oltre 500mila studenti italiani che dal 20 giugno prossimo dovranno cimentarsi con gli esami di maturità 2018. Oggi dovrebbe essere il giorno in cui verranno comunicati i commissari esterni, intanto impazza sul web il cosiddetto toto temi. Andiamo con ordine

Commissari esterni maturità 2018: chi sono

Le commissioni di esami di maturità sono formate da 3 membri esterni, 3 interni e un presidente esterno. Nella giornata di oggi, avrebbero dovuto essere noti quelli esterni, ma sul sito del Miur gli elenchi non sono stati ancora aggiornati. Invece, gli studenti che si sono recati presso le segreterie dei propri istituti avrebbero già appreso e diffuso i nomi dei commissari esterni. Lo spiegano i siti specializzati in materia di scuola, soprattutto quelli ‘gestiti’ direttamente dagli studenti.

Addirittura, un sondaggio di Studenti.it sottolinea come “il 75% dei maturandi si è detto non troppo soddisfatto degli esterni capitati a loro in commissione, mentre solo il 25% pensa che gli sia andata tutto sommato bene”. Un altro sondaggio, stavolta di Skuola.net, spiega che una volta che gli studenti conosceranno i commissario esterni, oltre l’80% inizierà a scandagliare fonti personali e risorse web.

Ai maturandi interessa conoscere stranezze e fissazioni (30%) dei commissari esterni, mentre un quarto degli intervistati ha spiegato che andrà alla ricerca delle domande più frequenti che vengono poste dai docenti. Un terzo degli studenti si fida dei propri commissari interni per reperire questo tipo di informazioni. In molti si affideranno anche ai social network per scoprirle. Il Miur ha intanto allestito un motore di ricerca interno: basterà inserire la tipologia della propria scuola per scoprire i nomi dei commissari, ma la ricerca potrà essere fatta direttamente per istituto o professore.

La pagina del portale Miur

Esami di maturità 2018: il toto temi della prima prova

Nel frattempo, sugli stessi portali specializzati, in queste ore impazza il toto temi. In pole position, quest’anno, ci sono la Costituzione Italiana, nel 70esimo dall’entrata in vigore, la morte di Aldo Moro, avvenuta il 9 maggio di 40 anni fa, e Luigi Pirandello. Tanti cercano anche di capirne le informazioni per la seconda prova, greco per il classico, matematica per lo scientifico. In particolare, si cerca di indovinare l’autore che verrà assegnato per la traduzione al liceo classico. La prima prova scritta, italiano, ci sarà il 20 giugno e durerà 6 ore. Il giorno dopo, la seconda prova, che durerà tra le 4 e le 8 ore a seconda degli istituti. Licei musicali, coreutici e artistici dovranno invece svilupparla su due giorni. Infine, il 25 giugno c’è la terza prova, assegnata da ciascuna commissione d’esame. Il 28 giugno, per coloro che frequentano istituti sperimentali, è prevista anche una quarta prova.

A cura di Gabriele Mastroleo