CONDIVIDI
ischia kamikaze
Ischia (iStock)

Un uomo si è barricato come un kamikaze all’interno del castello aragonese di Ischia: per liberarlo feriti tre Carabinieri

Si è barricato nel castello aragonese di Ischia come un kamikaze e ha minacciato di farsi saltare in aria. Sono state ore di paura per gli abitanti di Ischia Ponte e per tutti i turisti presenti, quando un uomo, con evidenti e gravi problemi psichiatrici, si è barricato all’interno del castello con delle bombole a gas, minacciando di farsi esplodere. Un assedio durato tutta la notte, con Americo Calise, ischitano di 40anni in cura al centro di igiene mentale dell’isola, che si era barricato all’interno del castello dopo aver caricato su una Smart due bombole di gas ed essere entrato all’interno della struttura. Già all’ingresso Calise aveva messo a repentaglio la pubblica sicurezza, rischiando di travolgere alcuni turisti che stavano facendo la fila per entrare nel castello. Il possibile kamikaze ha bloccato l’ingresso con l’automobile e poi si è chiuso all’interno di un locale, urlando che si sarebbe fatto saltare in aria. Per fortuna l’intervento dei Carabinieri, guidati dal capitano Andrea Centrella, ha impedito che accadesse qualcosa di più grave, ma nel tentativo di catturare Calise sono rimasti feriti tre uomini dell’Arma: il luogotenente Michele Cimmino, il maresciallo Sergio De Luca e un brigadiere.

Chi è Americo Calise, il kamikaze ischitano barricato nel castello aragonese

L’uomo kamikaze che ieri notte ha cercato di farsi saltare in aria nel castello aragonese si chiama Americo Calise, ha 40 anni, è di Ischia ed è già noto alle forze dell’ordine: era infatti già stato arrestato due volte in precedenza per tentato omicidio, prima per aver ferito una persona con una katana e poi per aver cercato di bruciare con fuoco e benzina il titolare di un negozio a Ischia Ponte. Calise ha tenuto in ostaggio i Carabinieri per una notte intera, mentre loro cercavano di liberarlo e mentre nel corso della notte si rafforzava l’apporto di carabinieri, polizia, vigili del fuoco ed ambulanze del 118. Quando i CC hanno fatto irruzione, Calise ha provato a farsi saltare in aria nel corridoio d’accesso del Castello, ma i militari sono stati più rapidi e lo hanno catturato. Il kamikaze  è stato sedato e poi rinchiuso in cella di isolamento nel carcere di Poggioreale, con l’accusa di tentata strage.

Leggi anche–> Ischia: guida completa “all’isola verde”