CONDIVIDI
Alessandra Appiano
(Screenshot Youtube)

La scrittrice Alessandra Appiano morta suicida, i dubbi degli amici: in tanti spiegano di non aver presagito il gesto estremo.

Il suicidio della scrittrice e autrice televisiva Alessandra Appiano,  morta ieri all’età di 59 anni, lascia molti punti interrogativi tra quanti la conoscevano. Nata ad Asti, Alessandra Appiano aveva vinto il premio Bancarella nel 2003 con il suo primo romanzo “Amiche di salvataggio”. Era inoltre considerata una delle firme migliori in qualità di autrice di fortunati programmi televisivi. Nei tanti amici, che oggi sono affranti, un dubbio è attanagliante: nulla lasciava pensare al gesto estremo.

Leggi anche –> Alessandra Appiano morta suicida, i messaggi delle colleghe: “Difendeva tutte le donne”

Il cordoglio e i dubbi degli amici di Alessandra Appiano

Lo scrive sul suo sito Internet il settimanale ‘Oggi’, che ha raccolto le testimonianze di quanti la conoscevano. Una morte, quella di Alessandra Appiano, che ha sconvolto il mondo della televisione italiana, ma non solo. “Elegante, bellissima, compita”, la definisce Francesca Barra. Profondamente rattristata Enrica Bonaccorti: “Era davvero bella e buona, intelligente elegante generosa sempre allegra e serena. Ma nessuno conosce il fantasma che ci abita”. In tanti ne ricordano anche l’impegno sociale, come volontaria Oxfam.

Davvero sentite e commosse le parole della scrittrice Barbara Garlaschelli su Facebook, dove ha raccontato un aneddoto e ha ricordato: “Io e Alessandra non eravamo intime, ma sempre, sempre abbiamo lavorato bene insieme. Era così, Ale, si sforzava di ridere sempre. Solo, oggi non ce l’ha più fatta. Sarà sempre con noi, nei libri scritti insieme, e nei suoi”. Oggi però, mentre gli inquirenti sono ormai certi che la morte sia stata un gesto volontario, sono gli amici di Alessandra Appiano ad avanzare dubbi e a chiedersi come sia stato possibile.

Tra le più sconvolte di tutte, la sua collega Eleonora Daniele, conduttrice di Storie Italiane, che spesso l’aveva ospitata nel suo programma. Ad avallare l’ipotesi che la scrittrice si sia tolta la vita c’è anche un post su Facebook, che si concludeva con la seguente frase: “Un abbraccio a tutti gli esseri umani che si sentono fragili in questo periodo…”. Parole che oggi assumono un significato particolare.