CONDIVIDI
Alessandra Appiano
(Facebook)

Alessandra Appiano morta suicida, i messaggi delle colleghe: “Difendeva tutte le donne”. 

Sono tantissimi i messaggi di cordoglio e disperazione che arrivano soprattutto dalle colleghe e amiche di Alessandra Appiano, la scrittrice morta suicida ieri all’età di 59 anni. Eleonora Daniele, che spesso l’aveva ospitata in tv, è stata una delle prime ad esporsi per piangere pubblicamente la Appiano (qui il suo messaggio disperato), ma non è stata ovviamente l’unica in un coro unanime di affetto per una scrittrice sempre dalla parte delle donne.

Leggi anche –>Morta la scrittrice Alessandra Appiano, ipotesi suicidio: aveva 59 anni. 

I tanti messaggi di cordoglio per Alessandra Appiano

Tra i messaggi più toccanti quello della scrittrice Barbara Garlaschelli che su Facebook ricorda un episodio molto significativo: “Il giorno del funerale di mio padre Renzo ho letto due brani di Stefano Benni che lui amava molto, uno dei quali era “La Luisona”. Mio padre amava ridere e far ridere e quello mi pareva il modo migliore per salutarlo.C’era tantissima gente. Molti attoniti perché non sapevano se ridere o piangere. C’era anche Alessandra Appiano. Alla fine della bizzarra cerimonia, mi si è avvicinata, mi ha abbracciata forte e mi ha detto: “Ci vediamo alla prossima”. Mentre lo diceva ha sbarrato gli occhi e ha cominciato a dirmi “Scusa, Barbara, scusa”. Poi siamo scoppiate a ridere e ci siamo abbracciate di nuovo mentre lei sussurrava: “Che figura, Barbara…”.
Io credo, invece, che d’istinto avesse detto la cosa giusta. “Alla prossima” come a una festa, come a Renzo sarebbe piaciuto.
Io e Alessandra non eravamo intime, ma sempre, sempre abbiamo lavorato bene insieme.
E io mi porterò dentro quella battuta che a lei era parsa così infelice e che invece mi aveva fatto ridere in un momento terribile. Perché era così, Ale, si sforzava di ridere sempre.
Solo, oggi non ce l’ha più fatta. 
Sarà sempre con noi, nei libri scritti insieme, e nei suoi. Ciao Ale, “alla prossima”.

Leggi anche –> Alessandra Appiano, l’ultimo post: “Sono stanca e fragile”

E poi le parole di Francesca Barra: “Aveva sempre una parola di incoraggiamento. Mi ha difesa e sostenuta come poche altre colleghe. Lei era così, generosa e positiva nei confronti del prossimo. Tutto il resto è ignoto e dolorosissimo… “.

F.B.