CONDIVIDI

Spari contro migranti in Calabria

Sparatoria ieri sera in provincia diVibo Valentia. Il fatto è avvenuto intorno alle 21.30 tra Calimera, frazione di San Calogero, e Rosarno, nelle vicinanze di località “La tranquilla” in località Ex Fornace. Secondo la Prefettura di Reggio Calabria, alcuni stranieri sarebbero stati sopesi mente tentavano di compiere un furto e presi a fucilate da ignoti. Tre di loro sono rimasti a terri

Un uomo del Mali di 29 anni, Sacko Soumayla, è morto dopo essere stato ferito. Stranieri anche i due feriti, che si trovavano in compagnia della vittima. Il cittadino del Mali è stata soccorso dal 118 e trasportato nel reparto di neurochirurgia dell’ospedale di Reggio Calabria dove è deceduto. Sull’episodio hanno avviato indagini i carabinieri del Comando provinciale di Vibo Valentia.

Il migrante ucciso viveva nell’area della tendopoli di San Ferdinando, assieme ai suoi due amici. Una zona dove stazionano i braccianti utilizzati per i lavori nei campi. Prefettura e forze di polizia, che sull’accaduto hanno tenuto una riunione, hanno deciso di intensificare i controlli.

Non ci sono ancora dichiarazioni  sul casoda parte del nuovo Ministro dell’Interno Matteo Salvini. Ieri a Vicenza il leader della Lega ha dichiarato «Per i clandestini è finita la pacchia, devono fare le valigie, con calma, ma se ne devono andare. Ora c’è poco da applaudire la bandiera d’Europa, lo farò quando l’Italia tornerà protagonista, ora applaudo gli alpini, i nostri soldati. Sulle Ong stiamo lavorando e ho le mie idee: quello che è certo è che gli Stati devono tornare a fare gli Stati e nessun vice scafista deve attraccare nei porti italiani»