CONDIVIDI
servizio militare
(ALBERTO PIZZOLI/AFP/Getty Images)

Salvini: “Penso a quanto sarebbe bello reintrodurre servizio militare e servizio civile”. 

Matteo Salvini, neo ministro dell’Interno, ieri 2 giugno ha partecipato alle celebrazioni per la Festa della Repubblica e ha rilasciato numerose dichiarazioni alcune delle quali preannunciano grandi cambiamenti per il nostro Paese. Tra i temi cruciali toccati quello dell’immigrazione e dei clandestini, quello del ruolo delle Ong, ma anche quello della possibile reintroduzione del servizio militare obbligatorio.

Leggi anche –> Salvini sui migranti: posizione vicina a quella di Papa Francesco – VIDEO

Le parole di Salvini

Sul tema immigrazioni Salvini è stato molto chiaro: “Per i clandestini è finita la pacchia, devono fare le valigie, con calma, ma se ne devono andare. Sulle Ong stiamo lavorando e ho le mie idee: quello che è certo è che gli Stati devono tornare a fare gli Stati e nessun vice scafista deve attraccare nei porti italiani”. Poi è il turno del servizio militare: “Per la prima volta oggi ho partecipato alla festa del 2 giugno e ho visto sfilare il meglio dei nostri ragazzi fra le forze militari. Penso a quanto sarebbe bello reintrodurre il servizio militare e il servizio civile per reinsegnare la convivenza civile”. Infine un capitolo dedicato anche alla famiglia: “Io personalmente ritengo che il nostro Paese debba ancora avere alcuni principi, come che la mamma si chiama mamma e il papà si chiama papà e il bambino viene al mondo se li ha e viene adottato se ci sono un papà e una mamma. L’amico Fontana ha detto oggi una cosa che mi sembra normale, ma sono cose fuori dal contratto di governo e non perderemo tempo su questo. Gli unici che devono aver voce in capitolo su cura, educazione devono essere solo il papà e la mamma”.