CONDIVIDI

Scatta un selfie e mostra il segno della vittoria. Sullo sfondo una donna ferita. Accade a Piacenza

La necessità di testimoniare tutto, di apparire sui social network e lasciare un segno nel web. Ormai i limiti sono stati superati da un pezzo ma ogni volta l’asticella viene alzata sempre di più lasciando sgomenti davanti a gesti del genere. In questo caso l’episodio arriva da Piacenza ed è stato immortalato dal giornalista Giorgio Lambri. Lo scatto è avvenuto alla stazione della città dell’Emilia Romagna. Un uomo è intento a scattare un selfie e con una mano regge il telefonino, mentre con l’altra sembra fare la ‘V’ di vittoria. Niente di sbagliato apparentemente, ma in realtà l’uomo ha deciso di scattare quella foto perché sullo sfondo c’era una donna ferita sui binari della stazione. Al momento dello scatto, infatti, la donna veniva soccorsa dai sanitari dopo essere stata investita da un treno. Riversa sui binari, appare sofferente, mentre l’uomo si diverte con il suo cellulare.

Selfie in stazione, giovane fermato dalla Polfer

Un’immagine atroce che sottolinea ancora una volta come i social e la necessità di apparire abbiano deviato tante persone. Per la cronaca alla donna è stata amputata la gamba, mentre l’autore del selfie è stato bloccato dalla Polfer, identificato e costretto, non senza un po’ di proteste, a cancellare le fotografie dallo smartphone. La Polfer sta esaminando la sua posizione, ma non sembra si possano configurare reati. Questo episodio arriva qualche giorno dopo l’incredibile vicenda avvenuta in India dove un bambino di 3 anni è caduto per 3 piani da una scala mobile dopo essere scivolato dalla presa della madre. Alcuni testimoni, infatti, avrebbero dichiarato che mentre salivano la scala mobile i due si stavano facendo dei selfie, e sarebbe stato proprio il tentativo di scattarsi la foto col cellulare a far perdere il controllo del bambino alla donna.