CONDIVIDI
ascensore
Ascensore (Pixabay)

Roma, una donna prende l’ascensore e precipita nel vuoto: morta una 77enne

Terribile tragedia a Roma, dove una donna è precipitata nel vuoto mentre stava prendendo l’ascensore. Il fatto è avvenuto in un palazzo di viale Regina Margherita, nel centro di Roma. Un’anziana donna di 77 anni è entrata nel vano ascensore al sesto piano, ma non si è accorta che mancava la cabina. Ha messo il piede in fallo ed è precipitata nel vuoto, schiantandosi al suolo e morendo sul colpo. Sul posto è arrivata una squadra di vigili del fuoco con il supporto del nucleo Saf e dei sanitari del 118. Presenti anche i Carabinieri, che dovranno indagare sull’episodio per accertare eventuali responsabilità. Resta infatti un mistero come la porta dell’ascensore si sia potuta aprire nonostante l’assenza della cabina. Di solito un sistema di sicurezza impedisce l’apertura della porta finché il vano non è arrivato a destinazione. Un possibile malfunzionamento di questo meccanismo potrebbe aver impedito alla porta di restare chiusa, dando la sensazione che l’ascensore fosse al piano. La signora è uscita di casa e l’ha preso, come faceva ogni giorno, ma purtroppo stavolta le è stato fatale. Il fatto si è verificato alle 15.30 in un palazzo di viale Regina Margherita, al civico 217.

Chi era la donna morta cadendo nel vano ascensore

Sono tuttora in corso le indagini per capire come abbia fatto la donna che è precipitata nel vano ascensore ad aprire la porta senza che questo fosse già al piano. La vittima si chiamava Elena Pacifico e abitava al primo piano dello stabile. Secondo quanto riporta ‘Repubblica’, intorno alle 15.30 era salita a trovare una sua amica che abitava al sesto piano. Una volta arrivata su, però, si è resa conto che non era in casa, perciò stava tornando a casa. A quanto pare la signora Pacifico, 77 anni, era una gran camminatrice, e di solito almeno per scendere preferiva fare i piani a piedi. Stavolta invece ha preferito l’ascensore, e la scelta purtroppo le è stata fatale.