CONDIVIDI
accordo Salvini Di Maio
(Websource)

Matteo Salvini attacca il Presidente del Consiglio Carlo Cottarelli: “Era in pensione, prendeva 18mila euro al mese”

Matteo Salvini scatenato in Live su Facebook. Il leader della Lega ha organizzato una diretta social con l’hashtag #insiemesultetto, dove ha parlato ai suoi elettori spiegando ciò che secondo lui sta succedendo in questo momento in Italia. E ha usato parole anche piuttosto forti, parole che possono creare ulteriori tensioni in una situazione che è già piuttosto intricata di per sé, con i mercati in confusione e lo spread a livelli mai visti prima. “Questa diretta è dedicata a faccia di bronzo Renzi – dice Matteo Salvini – Fino alla scorsa settimana se lo spread saliva era colpa di Salvini. Domenica pomeriggio Mattarella ha detto No al nostro governo perché non era un governo gradito ai potenti. Noi non abbiamo mai detto che volevamo uscire dall’Euro e dall’Europa, vogliamo soltanto ridiscutere il modo dell’Italia di stare in Europa, ridiscutere alcune regole nell’interesse degli italiani. Ne avevamo il diritto e anche il dovere, ma Mattarella ha preferito tirare fuori dal cilindro questo Cottarelli”.

Leggi: Sondaggio prossime Elezioni: coalizione 5 Stelle-Lega al 70% dei consensi

Salvini, l’attacco a Cottarelli: “Pensionato da 18mila euro al mese”

governo Conte
(Websource)

Salvini continua e al centro della sua invettiva c’è ora Carlo Cottarelli, che secondo lui sarebbe soltanto una marionetta nelle mani dell’establishment per un governo fantoccio: “Cottarelli è un pensionato a 18mila euro al mese, che sta cercando ministri che facciano gli pseudo ministri per qualche settimana prima di andare al voto. Noi abbiamo una maggioranza politica, il loro è un governo fantoccio. Il Commissario al Bilancio dell’Unione Europea (Oettinger, ndr) oggi ha detto che saranno i mercati ad insegnare agli italiani a votare meglio. Ma vi rendete conto? Questa è la Germania che vuole controllarci e minacciarci”.

Salvini contro Mattarella, ma no all’impeachment

Salvini ha escluso che per Mattarella possa configurarsi l’impeachment, “Ma ha fatto un errore sostanziale nel bloccare il nostro governo, che aveva la lista dei ministri pronta due giorni fa. Oggi la crisi finanziaria sarebbe affrontata da un governo legittimo coi numeri e in carica. Chiunque difenda l’Europa così come è oggi è un traditore della Patria. In tutte le piazze d’Italia vogliamo raccogliere le firme per una proposta di legge che introduca l’elezione diretta del Presidente della Repubblica da parte dei cittadini italiani”. E dietro questa manovra, secondo Salvini, ci sarebbe il ‘solito’ Renzi: “Sono arrabbiato e deluso. Vogliono far rientrare dalla finestra Renzi e il PD, ma noi non ci arrendiamo”.