CONDIVIDI
Fausto Filippone
Websource/Archivio

Filippone, trovata cocaina nell’auto dell’autore della strage di Chieti. 

Emerge un dettaglio inquietante in merito a Fausto Filippone, l’uomo che due domeniche fa ha ucciso prima la moglie gettandola dal balcone del loro appartamento, poi ha ucciso la figlia Ludovica di 11 anni buttandola giù dal viadotto dell’autostrada all’altezza di Francavilla e infine si è tolto la vita allo stesso modo.

Filippone, novità dalle indagini

Il nuovo elemento investigativo che emerge oggi può cambiare molto rispetto al quadro della situazione che era stato fatto fino a questo momento. Infatti a quanto pare gli inquirenti hanno trovato all’interno dell’auto di Filippone un bicchiere di plastica con cinquanta grammi di cocaina, un’altra sostanza stupefacente della quale non è ancora stato reso noto il tipo e una siringa usata al cui interno c’erano tracce di una sostanza che è in fase di analisi in queste ore.

Visti questi ritrovamenti la Procura della Repubblica di Chieti per mano del sostituto procuratore Anna Lucia Campo che dirige l’inchiesta ha affidato una consulenza ai tecnici sui due reperti, siringa e bicchiere, trovati nell’auto. Un’altra consulenza è stata invece affidata ad un perito informatico  i telefoni cellulari di Filippone e quella della moglie Marina. Il telefono della donna è stato ritrovato addosso a Filippone dopo la sua morte e anche questo dettaglio andrà verificato e compreso fino in fondo.

Qui i dettagli sullo straziante funerale della piccola Ludovica e di sua mamma –> Francavilla, funerali di Marina e Ludovica: le due famiglie insieme nel dolore