CONDIVIDI
Agrigento: auto precipita dal viadotto, morte mamma e figlio
(Websource/Archivio)

In seguito ad un incidente stradale un’auto è precipitata giù dal viadotto. All’interno del veicolo c’era una mamma di 32 e i suoi due figli di 4 e 7 anni: la donna e  il figlio più piccolo sono morti sul colpo, la sorella di 7 anni è ricoverata in gravi condizioni.

Questa mattina una donna di 32 anni stava viaggiando sulla strada provinciale che collega il paesino dell’agrigentino Santo Stefano di Quisquina a Lercara Friddi (provincia di Palermo) a bordo della sua auto per recarsi a lavoro. A bordo dell’auto con lei c’erano le sue due figli che la donna avrebbe accompagnato come ogni giorno a scuola prima di recarsi in ufficio. Durante il tragitto, però, qualcosa ha fatto perdere il controllo della vettura alla donna che ha in un primo momento sbandato e poi è andata a sbattere contro le protezioni a bordo strada quindi precipitata con il veicolo dal viadotto sul quale si trovava.

Agrigento, auto giù dal viadotto: i tentativi di soccorso

Nessuna delle auto che procedeva nella stessa direzione o in senso contrario è stata coinvolta nel tragico incidente, ma i presenti hanno immediatamente chiamato i soccorsi nella speranza che questi potessero trarre in salvo gli occupanti del veicolo. Sul luogo del sinistro sono arrivati tempestivamente i soccorsi, i Carabinieri ed i Vigili del Fuoco. Questi ultimi si sono occupati di estrarre dal veicolo la donna e i due figli, rimasti incastrate tra le lamiere dell’auto, per permettere ai sanitari di occuparsi di loro. Per la donna e il figlio più piccolo (4 anni), purtroppo, non c’è stato nulla da fare (erano morte sul corpo), mentre l’altra bambina (7 anni) è stata portata con l’elisoccorso all’ospedale dei bambini di Palermo, dov’è tuttora ricoverata in gravi condizioni. Al tragico tentativo di soccorso di questa mattina ha assistito anche il sindaco di Santo Stefano di Quisquina Francesco Cacciatore, il quale probabilmente inviterà tutti i cittadini a partecipare ai funerali.