CONDIVIDI

Canada, bomba in un ristorante: 15 feriti nell'attentato
Canada: scoppia una bomba in un hotel, per adesso nessun morto, ma sono 15  i feriti di cui 3 in condizioni critiche

Secondo le prime notizie arrivate sarebbero almeno 15 le persone in pericolo di vita dopo lo scoppio di un ordigno in un hotel in Canada. L’esplosione si è verificata in un hotel di Missisauga, località in provincia di Toronto, all’interno dell’hotel Bombay Bhel. La notizia è stata condivisa dalla polizia canadese che ha spiegato come due individui si siano introdotti nella struttura alberghiera a volto coperto (la polizia ha pure condiviso un’immagine catturata dalle telecamere a circuito chiuso della hall) quindi, giunti al centro dell’ingresso hanno fatto esplodere un’ordigno improvvisato.

Canada, attentato: sono almeno 15 i feriti dopo l’esplosione della bomba

Nel comunicato delle forze dell’ordine si legge anche che sarebbero molti i feriti (almeno 15) e che i soccorsi hanno provveduto a portarli tutti in ospedale. Tra questi ci sono 3 persone in condizioni critiche che al momento si trovano ricoverate in una struttura specializzata di Toronto. Per quanto riguarda gli attentatori, invece, pare che i due sospetti abbiano lasciato il luogo del crimine subito dopo aver fatto detonare la bomba. In queste ore, infatti, è partita un’imponente caccia all’uomo resa complicata dal fatto che nessuno conosce le fattezze dei due attentatori.

Quello di questa notte è l’ultimo di una serie di attentati avvenuti in Canada negli ultimi anni. In questo caso pare sia improbabile la pista di un attacco dell’Isis, dato che le modalità di attentato sono state differenti dal solito: gli attentatori non sono rimasti nel luogo dell’attentato cercando di creare il maggior numero di vittime finché qualcuno non li ha fermati, ma sono scappati subito dopo aver compiuto l’atto. Resta, dunque, sconosciuto il movente dell’attacco all’hotel e si teme che i due complici possano orchestrare ulteriori attacchi di questo tipo se  non fermati in tempo.