CONDIVIDI

incidente Piemonte

Incredibile ma vero, a meno di 24 ore dall’incidente ferroviario di Caluso arriva un altro incidente che coinvolge un treno, ancora una volta in Piemonte. Questa volta è capitato sulla linea internazionale del Sempione, nel nord del Piemonte. Un incidente sicuramente non grave quanto quello che ieri sera ha causato la morte di due persone (che vediamo nel video sottostante), ma comunque in grado di bloccare il traffico ferroviario. Il treno Eurocity 34, partito da Milano Centrale e diretto a Ginevra, ha subito un incidente in quanto ha urtato un mezzo di cantiere di una ditta esterna, che in quel mentre stava effettuando lavori per conto di Rfi, nel tratto tra Preglia e Varzo, nella provincia del Verbano-Cusio-Ossola. Non risultano esserci feriti, ma linea è stata momentaneamente interrotta onde consentire le operazioni di recupero del treno senza che possano esserci gravi conseguenze.

Incidente ferroviario di Caluso: chi erano i due morti

Proprio la scorsa notte si è verificato invece un incidente gravissimo a pochi km di distanza dal punto in cui è successo quest’altro incidente ferroviario, stavolta invece con conseguenze piuttosto lievi. Ieri sera intorno, alle 23.30, a Caluso in provincia di Torino, lo scontro fra un treno e un camion inspiegabilmente fermo sui binari ha provocato due morti e 23 feriti, alcuni dei quali anche molto gravi. La dinamica ormai appare sempre più chiara agli inquirenti, si parla di un gravissimo errore umano da parte dell’autista del tir e con lui anche da parte del personale che accompagnava quel carico eccezionale di container. Dai test alcolemici effettuati in seguito all’incidente ferroviario, infatti, è risultato che il conducente del camion aveva un tasso alcolico decisamente alto nel sangue. Nel tragico scontro tra il treno ed il tir di ieri sera a Caluso è morto Roberto Madau, macchinista di 61 anni che stava per andare in pensione, e un autista di un furgone di supporto al tir che trasportava un carico eccezionale.