CONDIVIDI
maestra violenta
(Websource)

Maestra violenta in provincia di Catania: sospesa per 12 mesi dal servizio un’insegnante di Aci Catena

I Carabinieri hanno sospeso per 12 mesi dal lavoro una maestra violenta, che riservava ai suoi alunni maltrattamenti fisici e psicologici piuttosto rilevanti. Dopo il caso venuto fuori proprio oggi di due maestre violente che maltrattavano i bambini in un asilo dell’Emilia Romagna, stavolta tocca alla Sicilia. Una donna che insegnava alla scuola elementare di Aci Catena, in provincia di Catania, è stata beccata in un video (pubblicato poi dai Carabinieri) mentre maltrattava i bambini che erano in classe con lei. L’insegnante, una 59enne siciliana di cui sono state rese note le iniziali O. L. R., offendeva i bambini chiamandoli “teste d’asino” (“teste di scecco” in catanese), poi li strattonava con forza per le braccia e infine li colpiva anche, alla nuca, al viso o sulle mani. Per questi motivi questa insegnante è stata sospesa dal lavoro per 12 mesi dal Gip di Catania, che ha disposto la sospensione dall’esercizio del pubblico impiego per 12 mesi. Per di più la donna è indagata per maltrattamenti e lesioni volontarie aggravate.

Maestra violenta sospesa 12 mesi: reazioni sdegnate sui social

Il video dei maltrattamenti che la maestra violenta riservava ai suoi ragazzi è stato pubblicato dal TGR Sicilia sul profilo Twitter della testata ed è stato anche pubblicato da vari quotidiani che hanno acquisito le immagini dei Carabinieri di Aci Catena. Sotto i post si moltiplicano i commenti di alcuni utenti, imbufaliti per il trattamento a loro avviso troppo morbido riservato all’insegnante. “Perché sospenderla per 12 mesi? Bisognava impedirle di insegnare ancora”. Questo il commento di un utente, uno dei più “morbidi” nei confronti della maestra violenta entrata anche nel mirino degli internauti.