CONDIVIDI
Incidente autostrada A31, Arianna muore a 17 anni
(Facebook)

A causa di un tragico incidente sull’autostrada a 31, Arianna promessa del tennis di 17 anni è morta sul colpo.

Il tratto autostradale Valdastico Sud della A 31 è diventato ieri un vero e proprio inferno in terra con auto contorte tra le lamiere e corpi carbonizzati al loro interno. Il bilancio di questo assurdo tamponamento a catena è di 4 morti, tra cui Arianna, una ragazza di appena 17 anni, e 5 feriti. Secondo quanto riferito dalla polizia stradale ai media locali l’incidente mortale è stata causato da un primo incidente: dopo un urto, infatti, le auto che seguivano sono rimaste incolonnate e qualche istante dopo, un’automobilista che viaggiava troppo velocemente per arrestarsi in tempo ha causato il maxi tamponamento ed il successivo rogo. Sul luogo del sinistro sono giunti i soccorsi che si sono occupati dei feriti portandoli in ospedale.

Incidente Autostrada A31: la tragica morte di Arianna

Tra le storie delle vittime coinvolte nell’incidente fatale di ieri sulla A 31 quella che colpisce di più è sicuramente quella di Arianna, la diciassettenne tennista che in quel momento stava tornando da Ferrara con il padre. Questa ragazzina, infatti, era originaria di Noventa (Vicenza) ed oltre a frequentare un istituto alberghiero era membro del Tennis Club della cittadina veneta, nonché una delle atlete più promettenti. Proprio ieri Arianna era stata accompagnata dal padre Luciano Rossetto (52 anni) a Ferrara per disputare un incontro e al momento dell’incidente stava facendo ritorno a casa.

Giunti a Valdastico sud, padre e figlia si sono dovuti fermare a causa dell’incolonnamento creatosi dopo il primo incidente e pochi istanti dopo un’auto che sopraggiungeva li ha colpiti violentemente senza fargli capire cosa stesse succedendo. Inutile l’arrivo dei soccorsi, l’auto ha preso fuoco dopo l’urto e loro, incastrati tra le lamiere e privi di sensi per il precedente urto, non hanno potuto fare nulla per sottrarsi ad un terribile destino.