CONDIVIDI
giuseppe conte
(Youtube)

Il discorso del presidente del Consiglio incaricato, professor Giuseppe Conte, dopo le consultazioni con il Capo dello Stato, Sergio Mattarella.

Le prime parole di Giuseppe Conte da Presidente del Consiglio incaricato

“Sarò l’avvocato difensore del popolo italiano. Tutelerò gli interessi degli italiani e difenderò i loro interessi in tutte le sedi europee e internazionali. Confermo la collocazione europea ed internazionale dell’Italia. Sono consapevole delle grandi sfide che ci attendono. I temi caldi europei sono quelli del bilancio europeo e del diritto d’asilo. Fuori da qui c’è un Paese che attende delle risposte. Questo sarà il governo del cambiamento. Il contratto tra Lega e 5 Stelle rappresenta in pieno le aspettative di cambiamento dei cittadini italiani e lo porrò come base dell’azione di governo. Non vedo l’ora di iniziare a lavorare sul serio”.

Giuseppe Conte sta incontrando in questi minuti il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella al fine di formare il nuovo Governo. Quello che sarà il Presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, sta raccogliendo l’incarico di formare il Consiglio dei Ministri dal Presidente della Repubblica, una fase preliminare che porterà poi alla definizione di tutte le cariche istituzionali. Particolarmente soddisfatto il leader del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, che una volta appresa la notizia dell’incontro fra Mattarella e Conte ha commentato: “Inizia la Terza Repubblica, l’avevo promesso agli italiani”. Grosse polemiche invece ci sono state nel momento in cui regnava l’impasse e sembrava non voler prendere forma questo attesissimo incontro. In particolare hanno fatto discutere alcune frasi scritte su Facebook da Alessandro Di Battista, che ha chiesto al Quirinale di “rispettare la volontà degli italiani” e, in sostanza, di non mettersi di traverso nella formazione del nuovo Governo: “Il Quirinale non faccia l’avvocato di chi è contro il cambiamento”, le parole di Di Battista, stigmatizzate dal PD come fortemente eversive: “Di Battista, un ex parlamentare senza alcun incarico formale nel Movimento 5 stelle, arriva addirittura a minacciare il presidente della Repubblica? Si tratta di un’intimidazione gravissima e senza precedenti, ai limiti della legalità”, ha detto Michele Anzaldi del PD,che ha poi aggiunto: “Il suo partito e Di Maio farebbero bene a prendere immediatamente le distanze da queste affermazioni”.

Incontro Conte-Mattarella, le parole di Matteo Salvini

In corso l’incontro fra Giuseppe Conte e Sergio Mattarella, che porterà alla formazione del nuovo Governo. Ma Conte, uomo indicato da Di Maio, viene definito da molti come un mero esecutore della volontà dei partiti di maggioranza. A riguardo si è espresso il leader della Lega, Matteo Salvini: “No, non ci sono meri esecutori. Conte non è solo un esecutore”. Quanto alla possibile scelta di Paolo Savona come ministro dell’Economia, Salvini aggiunge: “Non ci possono essere veti se ci sono idee che mettono al centro gli interessi degli italiani”.

 

Vuoi saperne di più? Leggi anche –>