CONDIVIDI
Ikea
(iStock)

Ikea, vietato entrare in area giochi al bimbo autistico: i genitori chiedono i danni. 

Sta facendo discutere molto la vicenda che coinvolge l’Ikea di Padova e una caso di vera e propria discriminazione nei confronti di un bambino autistico di 5 anni al quale non è stato consentito l’ingresso nell’area giochi della famosa catena di negozi di mobili svedesi.

Ikea di Padova nella bufera, i genitori del bimbo chiedono i danni

Il fatto è accaduto domenica scorsa ed è proprio Andrea Rizzo, il papà del bambino, a raccontare l’accaduto: “Abbiamo fatto la coda insieme ai nostri figli, il grande di otto anni e il piccolo di cinque anni. Quando è arrivato il nostro turno la signorina al controllo ha verificato che i bambini portassero i calzini antiscivolo. Io le ho detto che però c’era la possibilità che il piccolo, autistico, se li togliesse e lei ci ha risposto: “Allora non può entrare”.

L’uomo ha provato a far vedere alla commessa dell’Ikea la documentazione sulla malattia del figlio, ma lei non ha voluto sentire ragioni: “Lei non ha voluto vederla. Abbiamo chiesto di parlare con un superiore. Ma niente, non ci hanno fatto entrare e quando siamo andati via la signorina ha strappato i documenti dicendo che le avevamo fatto solo perdere tempo”.

I due bambini sono scoppiati a piangere e la famiglia ha ricevuto la solidarietà anche di altre coppie presenti che hanno assistito a tutta la scena. “Abbiamo già tutte le difficoltà del caso per una malattia poco conosciuta, ma se anche per andare al parco giochi bisogna prendere le vie legali…”  dice sconsolato l’uomo che poi aggiunge “la cosa era risolvibilissima, come già accaduto in altre occasioni simili. Potevano farci firmare un’assunzione di responsabilità”.

La risposta di Ikea in un breve comunicato ufficiale

“Ikea è un’azienda da sempre contraria alle discriminazioni, ma anzi aperta a tutte le famiglie. Tutte le aree Ikea dedicate ai bambini, compreso lo Småland, sono soggette a norme per garantire sicurezza dei più piccoli. In particolare, vige la regola di indossare le calze antiscivolo sia per limitare la possibilità di scivolare, tagliarsi e farsi male, sia per tutelare i bambini a livello igienico”. Questo lo scarno comunicato di Ikea.

A cura di Francesco Baglio