CONDIVIDI
Francavilla
(Websource/Archivio)

Tragedia di Francavilla, parla il cognato dell’uomo che ucciso figlia e moglie: “Erano una famiglia normalissima”. 

Per la prima volta da quando ieri si è consumata l’immane tragedia lungo l’autostrada A14 all’altezza di Francavilla, prende la parola un parente di Fausto Filippone, l’uomo di 49 anni, dirigente della Brioni che ieri ha gettato la figlia di 10 anni dal viadotto e poi si è tolto la vita. Colui che, probabilmente, in mattinata aveva ucciso anche la moglie gettandola dal balcone di casa.

Il cognato di Filippone: “Erano una famiglia normalissima”

Nessuno riesce a darsi ancora una spiegazione per quanto accaduto, una strage familiare atroce e per la quale pare non ci fosse stato alcun segnale. Non riesce a capacitarsi dell’accaduto nemmeno Francesco Angrilli, fratello di Marina la donna morta ieri mattina a Chieti dopo il volo dal balcone del suo appartamento, primo atto di una tragedia immane proseguita poi nel pomeriggio: “Mia sorella Marina era regolarmente sposata con rito civile con Fausto Filippone. Mia nipote Ludovica era figlia legittima della coppia. Una famiglia normalissima, sana e di buoni principi!” ha spiegato il dottor Angrilli ad Alter News Press.

In una nota diffusa poi dall’agenzia di stampa si legge che “il dottor Francesco Angrilli, pur chiuso nel suo dolore viste alcune notizie di stampa, sta valutando l’affidamento di un incarico ad un legale, con azioni a tutela dell’immagine familiare”.

Leggi anche: Tragedia di Francavilla, la ricostruzione dell’accaduto

Leggi anche: Chi è Fausto Filippone, il 49enne che ha ucciso la bimba prima di lanciarsi a sua volta nel vuoto