CONDIVIDI
(Archivio/Websource)

Ballando con le stelle Finale: Cesare Bocci vincitore con la moglie. Cesare Bocci vince Ballando con le Stelle. Il ballo con la moglie Daniela, disabile dopo un ictus, commuove i giudici e il pubblico.

Cesare Bocci è il vincitore di Ballando con le Stelle: la vera vittoria è il ballo con la moglie Daniela

Proprio ieri, durante la puntata finale del talent show Ballando con le Stelle, condotto da Milly Carlucci ed in onda su Rai1, è stato incoronato vincitore della competizione, Cesare Bocci.
L’attore, conosciuto al grande pubblico per il ruolo di Mimì Augello interpretato nella serie televisiva Il commissario Montalbano, proprio in queste ore si è trovato a ballare con la moglie disabile, in diretta durante il programma. Un momento dall‘impatto fortemente commovente ed emozionante, che ha prodotto non poche reazioni in studio e tra il pubblico spettatore da casa.

Cesare Bocci: le dichiarazioni sulla vittoria e sulla drammatica vicenda della moglie Daniela

Daniela Spada, questo il nome della moglie di Bocci, è disabile da quando aveva trentasei anni, ovvero dal momento nel quale un’embolia post-partum le ha provocato un ictus. I medici le avevano preannunciato l’impossibilità di camminare ancora e invece ieri sera Daniela ha addirittura ballato, mostrando tutta la forza che ha contraddistinto il suo periodo di lotta contro la malattia.
“Dany rimase in coma per venti giorni, poi due mesi in neurologia, infine in una clinica di riabilitazione”, ha ricordato Bocci di quei momenti. “All’inizio non riusciva neanche ad alzarsi. Ma, a dispetto di ciò che dicevano i medici, io ero sicuro che si sarebbe ripresa, so che è una combattente“, ha affermato ancora.

Gli stessi coniugi, assieme ai giudici, ieri sera non sono riusciti a trattenere le lacrime. “Io e la mia Daniela abbiamo deciso di dare il messaggio di non arrendersi a quello che la vita ti può riservare, di rialzarsi, continuare a lottare come ha fatto Daniela in questi anni. Nella malattia”, ha continuato ancora, “tanti pensano di essere soli, e sapere che ciò può accadere anche a un personaggio pubblico ti fa sentire meno solo. Le cose che impari dalla danza fanno parte del mestiere, ma ci sono delle lezioni che arrivano anche dalla vita, e la mia compagna me le ha date tante“.

“Non era più successo da dopo il suo ictus. A lei prima piaceva molto ballare, andavamo assieme, ci divertivamo. Poi non è più successo anche se le rimane il ritmo dentro: se siamo a qualche festa le basta stringermi il mignolo per iniziare a muoversi”, ammette ancora Bocci.

E a chi gli chiede se si aspettava di trionfare al programma televisivo, l’attore risponde “No, assolutamente. Certo, mi sono impegnato perché accadesse essendo arrivato in finale, ma alla vittoria non pensavo. E’ stato un percorso incredibile e faticosissimo, che mi ha lasciato un insegnamento che non è tanto legato alla danza, ma di vita”.
BC