CONDIVIDI
New York: ex modella di Playboy si butta da un grattacielo con il figlio di 7 anni
(Twitter)

Tragedia a New York, l’ex modella di Playboy Stephanie Adams ed il figlio sono stati trovati morti ai piedi del Gotham Hotel di Manhattan. L’ipotesi dei suicidio è la più accreditata.

L’ex modella di Playboy Stephanie Adams (47 anni) ed il figlio Vincent (7 anni) sono stati trovati morti ai piedi del Gotham Hotel di Manhattan (New York) in seguito ad una caduta dal 25esimo piano del grattacielo. L’ipotesi più accreditata è quella del suicidio-omicidio, anche se al momento non è stato trovato alcun biglietto che confermi l’estrema decisione della donna. L’ex playmate, Stephanie ha cominciato come modella ed è stata scelta per una copertina della famosa rivista per soli uomini nel 1992, diventata in questi anni autrice di libri di auto aiuto e manager di una compagnia online di prodotti di bellezza, lottava da tempo contro gli stereotipi che ne avevano condizionato la carriera: “Gli stereotipi sono sessisti e ingiusti: solo perché ho questo aspetto fisico e gusti costosi non significa che io sia superficiale. Lo stile e l’aspetto non significano mancanza di cervello”, aveva recentemente dichiarato in un’intervista rilasciata al ‘New York Post‘.

New York suicidio ex modella di Playboy: la causa potrebbe essere la battaglia legale per l’affidamento del figlio

Secondo quanto emerso dalla cronaca locale, per Stephanie questo era un periodo molto duro, segnato pesantemente dalla battaglia legale con l’ex marito Charles Nicolai per l’affidamento del figlio. Nei giorni precedenti alla tragedia, infatti, la modella era stata portata in tribunale dal marito per un disaccordo sulla gestione dell’affidamento: Stephanie aveva chiesto all’ex marito il permesso di portare Vincent in Europa per l’estate, ma questo le aveva negato il consenso ed i due avevano portato la questione in aula. L’ex playmate voleva passare il periodo estivo con il fidanzato che vive nel vecchio continente tra Spagna e Inghilterra per lavoro ed allo stesso tempo non voleva separarsi dal figlio.