CONDIVIDI
Rodengo Saiano: trova la figlia morta nel letto, Sara aveva solo 14 anni
Corsia d’ospedale (Websource/Archivio)

Dramma a Rodengo Saiano, paesino in provincia di Brescia, una ragazzina di soli 14 anni, Sara, è stata trovata priva di vita dalla madre nella sua cameretta.

Come ogni mattina la madre di Sara Gatti (14 anni) aveva bussato alla porta della camera della figlia per farla svegliare e preparare per andare a scuola. Questa volta, però, l’adolescente non ha risposto alle sollecitazioni e la donna è entrata nella stanza pensando che le venisse pesante alzarsi. Quando è entrata, la donna, che di mestiere fa l’infermiera, ha capito immediatamente che qualcosa non andava e dopo aver auscultato il battito ha chiesto al marito di chiamare i soccorsi ed ha cominciato a praticarle il massaggio cardiaco e la respirazione bocca a bocca nel tentativo di rianimarla.

Rodengo Saiano, figlia morta nel letto: l’arrivo dei soccorsi

In risposta alla chiamata al pronto soccorso, dall’ospedale Civile di Brescia (dove lavora anche la mamma di Sara) hanno inviato sul posto l’elisoccorso. Una volta giunti nella camera della piccola, gli operatori del 118 hanno provato a rianimare la ragazza con delle cariche di defibrillatore e dopo averla caricata sul mezzo di trasporto hanno continuato il massaggio cardiaco nel tentativo di tenerla in vita. In seguito, all’arrivo in ospedale, i medici di turno hanno provato per 2 ore a rianimare Sara, ma tutto è stato vano e ne hanno dovuto dichiarare il decesso.

Al momento non è chiaro cosa abbia causato il malore alla ragazza, una prima ipotesi è che Sara possa essere stata colpita da un arresto cardiaco, evenienza che si presenta di rado per ragazzi di quell’età ma che non è da scartare. In queste ore, in ogni caso, si sta procedendo all’autopsia sul corpo dell’adolescente, i risultati ottenuti chiariranno una volta per tutte la causa della morte improvvisa di un adolescente che fino a quel momento era risultata in perfetta salute.