CONDIVIDI
(Facebook)

Napoli, airbag esplode: bambina di due anni in arresto cardiaco. 

Tragedia a Napoli dove una bambina di soli due anni ha subito le gravissime conseguenze dell’esplosione dell’airbag dell’auto nella quale si trovava insieme al papà e alla mamma. La bimba, a quanto si apprende, era in braccio alla mamma anziché essere assicurata come la legge prevede al proprio seggiolino da auto sul sedile posteriore.

Bimba in arresto cardiaco, la ricostruzione dei fatti

La bimba di due anni è giunta al Pronto Soccorso dell’ospedale San Paolo di Napoli accompagnata in scooter dal padre. La piccola era cianotica e in arresto cardiaco e i medici si sono subito resi conto dell’estrema gravità della situazione. La bimba è stata rianimata e intubata, e una volta stabilizzata è stata trasferita all’ospedale Santobono. Al momento si trova ricoverata in terapia intensiva dove viene tenuta sotto stretto controllo medico ed è attualmente ancora intubata.

Bimba colpita da airbag, le spiegazioni del padre

L’uomo, in evidente stato di choc, ha cercato di dare una spiegazione per quanto accaduto alla sua bambina. L’uomo ha spiegato che la piccola si trovava in braccio alla mamma quando ha iniziato ad agitarsi e proprio per questo motivo lui ha perso il controllo del mezzo finendo con l’andare a sbattere contro un guard rail. L’impatto ha fatto esplodere i due airbag e quello del lato passeggero ha colpito in pieno la bimba schiacciandole violentemente il torace e provocando l’immediato arresto cardiaco. In base a quanto si apprende, tra l’altro, né il padre né la madre indossavano le cinture di sicurezza e come dicevamo la bambina non doveva assolutamente stare in braccio alla mamma sul sedile anteriore ma doveva essere assicurata al proprio seggiolino da auto.