CONDIVIDI
Torino
(Websource)

Torino, tecnico precipita nel vuoto mentre aggiusta l’ascensore: morto sul colpo. 

Un dramma atroce, un’altra morte sul lavoro proprio nel giorno in cui un incidente all’Ilva di Taranto ha portato via un giovane padre di famiglia di 28 anni. Il fatto è accaduto a Torino e la vittima è un tecnico che stava aggiustando un ascensore in un palazzo al civico numero 106 di corso Agnelli. L’uomo, 48 anni e residente a Nichelino, è precipitato nel vuoto del vano ascensore ed è morto dopo aver sbattuto con molta violenza la testa.

Dramma a Torino, la prima ricostruzione dei fatti

In base alla prima ricostruzione fatta dalle forze dell’ordine e dai Vigili del Fuoco la cabina dell’ascensore si trovava bloccata ai piani superiori mentre il tecnico stava lavorando all’altezza del primo piano. Per motivi ancora da chiarire l’uomo ha perso l’equilibrio ed è caduto nel vuoto finendo col colpire violentemente la testa a terra. Il 48enne non è morto sul colpo, quando i vigili del fuoco sono riusciti a liberarlo era ancora vivo. I sanitari del 118 lo hanno soccorso e trasportato in ambulanza dove ha trovato la morte dopo pochi minuti. Le prima indagini sembrano aver chiarito che l’uomo stava lavorando senza alcuna imbracatura di sicurezza, ma tutti gli elementi vanno ancora appurati e confermati.