CONDIVIDI
Georgette Polizzi
(Instagram)

Georgette Polizzi di Temptation Island sulla sedia a rotelle: “Sarò malata per sempre”. 

Buone notizie per Georgette Polizzi, nota al grande pubblico per la sua partecipazione a Temptation Island. La giovane stilista è stata colpita da una misteriosa malattia che l’ha prima paralizzata e poi costretta a stare molte settimane in ospedale e seduta su una sedia a rotelle. Ora la Polizzi fa sapere a tutti i suoi fan che è tornata a casa, ma ammette che la malattia, della quale non ha ancora rivelato l’esatta natura, non l’abbandonerà mai più e dovrà imparare a conviverci.

Georgette Polizzi torna a casa sulla sedia a rotelle

La Polizzi ha pubblicato un post su Instagram dove da un lato esulta per il ritorno a casa, ma dall’altro ammette che la malattia è tutt’altro che sconfitta: “Ufficialmente tornata nel mio mondo. Appena avrò metabolizzato vi parlerò della malattia che ha deciso di impossessarsi di me con la quale dovrò convivere per la vita!
Molte se ne sono dette… forse troppe ma prometto che ve ne parlerò a cuore aperto per aiutare chi come me ne è vittima… per lanciare il messaggio che che con la forza di volontà si può tornare a volare!!”.

Ieri aveva scritto un altro messaggio proprio all’uscita dall’ospedale: “Fate come me… fate sorridere il cuore sopratutto quando non ci sono motivi per farlo!!
Trovate un motivo, anche microscopico per andare avanti!! Fate come me… innamoratevi della vita e di chi vi sta intorno… ogni cosa che fate fatela per voi stessi… perché voi siete il regalo più bello che la vita vi abbia fatto!!
Mia suocera dice che la vita non è madre ma matrigna… ma voi cercate di amarla ugualmente anche quando fa di tutto per buttarvi a terra!! Torno a casa dopo quasi un mese dentro questo ospedale!! Ho desiderato tanto che arrivasse questo giorno, lo vedevo così dannatamente lontano quando ero avvolta dalla negatività… ma nel momento in cui mi sono raccolta e ho iniziato a lavorare su me stessa per raggiungere l’obbiettivo… è arrivatoooooo. I miracoli esistono eccomeeeee ma siamo noi che possiamo farli accadere!”.

A cura di Francesco Baglio