CONDIVIDI
turista inglese violentata
(Websource)

Turista violentata a Sorrento, l’orrore nella chat Whatsapp degli stupratori. 

C’è sgomento e incredulità per quanto accaduto in un hotel di lusso di Sorrento dove una turista inglese è stata prima drogata e poi violentata da almeno dieci uomini, tutti dipendenti della struttura alberghiera e tutti, a quanto emerge in queste ore dalle indagini, fieri di ciò che avevano fatto tanto da vantarsene nella loro chat su Whatsapp.

Turista violentata, ecco la chat Whatsapp degli orrori

«Mi sono fatto una milf», «Ci siamo fatti una nonnina», e ancora «m’agge fatt nu tavolone», «Imm sclerat». Sono queste alcune delle schifose frasi che i violentatori si scambiavano sulla loro chat di Whatsapp dopo aver drogato e violentato la turista inglese di 50 anni che era in vacanza in Italia con la figlia. In base a quanto si legge sull’ordinanza di custodia cautelare firmata dal gip Emma Aufieri gli autori dello stupro di gruppo (la donna ha riferito di essere stata portata in una stanza in cui c’erano almeno dieci uomini nudi, n.d.r.) “facevano circolare due foto di una donna seminuda trattenuta da braccia maschili”. In una delle due foto non si riconosceva il volto della vittima, ma nell’altra è apparso chiaro che si trattasse proprio della turista inglese.

Al momento sono 5 i dipendenti dell’albergo finiti agli arresti mentre un sesto è stato denunciato a piede libero. Oggi l’associazione Donne per il sociale Onlus ha dato incarico all’avvocato Luigi Ferrandino di costituirsi parte civile qualora si andasse al processo per i cinque arrestati.