CONDIVIDI
Juventus Serie A
La Juventus esulta (Getty Images)

Juventus Campione d’Italia per la Settima Volta Consecutiva: i bianconeri siglano un record storico con un pareggio 0-0 allo Stadio Olimpico contro la Roma di Eusebio Di Francesco. Un successo che ha la firma indelebile del suo artefice Massimiliano Allegri allenatore che in quattro stagioni ha vinto 4 Scudetti e 4 Coppe Italia arrivando anche per due volte in finale di Champions League.

Un successo più difficile degli altri che ha costretto i bianconeri a rialzare l’attenzione alla fine con il Napoli autore di una stagione strepitosa. E’ stato uno Scudetto sudato e che ha visto anche dei momenti complicati superati sempre con grandissima intelligenza. Stasera i bianconeri possono festeggiare e portare a casa l’ennesimo titolo che porta al 34mo Scudetto, 36 se si considerano i due revocati con Calciopoli. Un successo incredibile e che difficilmente si ripeterà nella storia.

Juve Campione d’Italia per la Settima Volta Consecutiva

La Juventus ha dimostrato di avere qualcosa più delle altre con giocatori straordinari che hanno fatto la differenza. E’ stato il primo Scudetto dei nuovi acquisti Federico Bernardeschi, Douglas Costa, Benedikt Howedes, Blaise Matuidi e Mattia De Sciglio. E’ stato il settimo di fila per Gianluigi Buffon, Stephan Lichtsteiner, Andrea Barzagli, Giorgio Chiellini e Claudio Marchisio. Un successo clamoroso e che riesce a far sorridere il tecnico bianconero, in grado di resistere anche a tutte le critiche e polemiche.

E pensare che appena un mese fa la Juventus sembrava rischiare veder svanire tutto perché a Torino il Napoli si imponeva con un gol di Kalidou Koulibaly. Il Napoli si portava a -1 e creava grande pressione con le trasferte di Milano e Roma da affrontare con grande attenzione. Con l’Inter una grande svolta e la mazzata al campionato. Sotto 2-1 arrivano negli ultimi minuti i gol di Cuadrado e Higuain che danno un colpo al Napoli, il giorno dopo ko 3-0 contro la Fiorentina al Franchi.

Una Juventus che ha fatto anche una grandissima stagione in Champions League grazie a delle vittorie straordinarie e terminata ai quarti di finale contro il Real Madrid dopo un 3-1 che doveva portare ai tempi supplementari non fosse stato per un rigore nei minuti finali. Una Juventus in grado di credere sempre e comunque in quello che faceva e riuscendo a ottenere dei risultati davvero molto importanti. La festa arriverà ora settimana prossima con la premiazione a Torino.