CONDIVIDI

Un nuovo attentato a Nizza? Sì, secondo Sky, ma è una clamorosa bufala. Davvero un fatto inconsueto quello accaduto nel corso di Inter-Sassuolo, posticipo di campionato trasmesso, come sempre, in diretta su Sky e Mediaset Premium. Nel corso della partita, all’altezza del crawl, è comparso un annuncio scioccante che recitava così: “Strage a Nizza, ottanta morti e grande paura”. La mente di tutti i telespettatori corre subito a quella tragica serata dell’estate 2016, quando proprio a Nizza furono uccise proprio ottanta persone. Una situazione talmente analoga a quella di due anni fa che non poteva che essere un errore. E infatti è così. Sullo schermo è comparsa anche la scritta Test 01/05, poi finalmente è stato svelato l’arcano. Era un errore di Sky, che stava testando la titolazione e aveva inserito di default l’annuncio dell’attentato a Nizza. Spettatori attoniti, lo schermo è andato offline per pochi secondi, poi si è tornati in onda senza l’annuncio: “Ci scusiamo per quanto è stato trasmesso, si è trattato di un errore tecnico: sono andate in onda parole vecchie”. Scuse forse superflue e tardive, ma assolutamente doverose.

L’attentato a Nizza che uccise 80 persone

Un ricordo ancora molto vivido, quello dell’attentato a Nizza. Il 14 luglio 2016, poco dopo le 22.30, un camion si scagliò ad alta velocità contro la folla raccolta per assistere ai fuochi d’artificio. Il tir, lungo 15 metri, proseguì a zig zag nella Promenades des Anglais per uccidere più persone possibili, poi gli spari sulla folla. Subito la Polizia sparò sul camion, uccidendo l’attentatore. Si trattava di un tunisino da sempre vissuto in Francia, Mohamed Lahouaiej Bouhlel, classe 1985, già noto alle forze dell’ordine per piccoli crimini. L’attentato a Nizza provocò 84 morti, 100 feriti di cui 54 bambini.

Direi un test di cazz’ …. lì per lì m’era preso un colpo #intersassuolo #skygo

Un post condiviso da Stefano Chini (@il_chini) in data: