CONDIVIDI
Giffoni Valle Piana
Giffoni Valle Piana (Flickr)

Una maestra d’asilo di Giffoni Valle Piana è stata sospesa per maltrattamenti sui suoi alunni

Shock a Giffoni Valle Piana, dove una maestra picchiava i suoi bimbi all’asilo. La donna, 54enne, è stata sospesa dall’esercizio dell’ufficio di insegnante per la durata di un anno dal Gip di Salerno, su richiesta della Procura salernitana guidata dal procuratore Corrado Lembo. I Carabinieri della compagnia di Battipaglia hanno già notificato alla donna la sospensione. Una scoperta terribile, quella dei genitori di alcuni bimbi della scuola dell’infanzia di Santa Caterina, a Giffoni Valle Piana, in provincia di Salerno. La maestra, 54 anni, schiaffeggiava e insultava i bambini, che manifestavano con i genitori segnali di malessere inequivocabili. A quel punto è nata l’indagine, che ha riscontrato i maltrattamenti attraverso intercettazioni audio e video che hanno documentato i comportamenti scorretti tenuti dalla maestra di Giffoni (Salerno) che picchiava i suoi bambini.

Giffoni, maestra picchiava bambini all’asilo: ecco cosa gli faceva

Le indagini sulla maestra che picchiava i suoi alunni nell’asilo di Giffoni Valle Piana hanno fatto emergere dei maltrattamenti piuttosto traumatici ai danni dei bambini. Gli audio e i video acquisiti sono inequivocabili: l’insegnante si rivolgeva ai piccoli (di età compresa fra i 4 e i 5 anni) chiamandoli “zozzosi, asini, scemi, cretini, cafoni” e schiaffeggiandoli ripetutamente. Ma non solo: anche strattoni, tirate di capelli, tirate d’orecchie. Insomma, tutti maltrattamenti che, secondo quanto emerge dall’indagine dei Carabinieri, generavano “un perdurante stato d’ansia e paura nei bambini”, sia quelli che li subivano che quelli che, inermi, erano costretti ad assistere. La Scuola Santa Caterina si trova nel Comune di Giffoni Valle Piana, in provincia di Salerno, ed è parte della struttura di un’altra scuola statale, sempre di Giffoni, la cittadina dove si tiene il famoso “Giffoni Film Festival”, il festival cinematografico per i ragazzi. L’insegnante è stata sospesa dal servizio e non potrà svolgere la sua professione per i prossimi dodici mesi.