CONDIVIDI
fantiscritti
(Renato Agostini, CC-BY-SA-3.0)

Dramma a Carrara: operaio cavatore esperto di 58 anni muore in un incidente sul lavoro avvenuto stamattina alle cave di Fantiscritti.

Ancora morti bianche, ancora un dramma che si consuma nel nostro Paese sul posto di lavoro. La scia di vittime della mancanza di sicurezza si allunga dunque: stavolta a perdere la vita è stato un cavatore di 58 anni, che è morto schiacciato da una pala meccanica. Il dramma si è consumato alla cava di Fantiscritti, nel comune di Carrara. Sul posto una task force di soccorsi con ambulanze del 118, vigili del fuoco di Massa e Carrara. Sono arrivati anche polizia e personale del dipartimento Asl di medicina del lavoro.

VIDEO NEWSLETTER

Leggi anche –> Fincantieri, dramma a Monfalcone: vittima operaio di 19 anni

La dinamica dell’incidente alle cave di Fantiscritti

In un primo momento, si era diffusa la voce che ci fossero più persone coinvolte nel drammatico incidente sul lavoro, circostanza poi smentita. Il fatto che ci potessero essere feriti gravi oltre allo sfortunato cavatore vittima dell’incidente era legato alla concitazione con cui si sono svolti i soccorsi. L’incidente è avvenuto nella cava Fiordichiara B. L’eliambulanza che avrebbe dovuto soccorrere il cavatore non si è nemmeno alzata in volo. Infatti, quando il personale del soccorso cave è giunto sul posto, il 58enne era già privo di vita e se ne è solo potuto constatare il decesso.

Cosa sono le cave di Fantiscritti

Le cave di Fantiscritti, che hanno un’importanza particolare nella città famosa in tutto il mondo per il suo marmo, estratto dalle cave delle Alpi Apuane, devono il proprio nome a un bassorilievo di epoca romana, risalente al III sec. d.C. Si tratta di una scultura scolpita su una parete di roccia e raffigurante tre divinità – i “fanti” appunto – con sotto di esse una dedica in latino, da cui il nome composto Fantiscritti. All’interno, una stazione ferroviaria costruita per la linea della ferrovia Marmifera Privata di Carrara. Qui ha sede un “Museo delle cave”. Dunque, al di là dell’importanza del commercio di marmo, la cava ha anche una rilevanza storica e artistica molto importante ed è meta di turisti provenienti da tutto il mondo.

La mancanza di sicurezza sui posti di lavoro

Quella della mancanza di sicurezza sui posti di lavoro è una delle piaghe che affligge ancora oggi il nostro Paese, nonostante gli impegni presi in più occasioni da più parti. Di recente è intervenuto il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, che proprio in occasione del Primo Maggio ha deposto una corona di fiori, portata a spalla da due corazzieri, davanti al monumento che ricorda i 200 lavoratori che persero la vita durante la realizzazione del traforo del San Gottardo.

A cura di Gabriele Mastroleo